calcio

Da Mancini a Simone Inzaghi, i discepoli di Eriksson

Allenatore più vincente della storia biancoceleste, lo svedese ha fatto da maestro ad un'ottima classe di allenatori e dirigenti

Matteo Muoio

 Eriksson lasciò la Lazio nel gennaio 2001, dopo aver accettato già da alcune settimane la panchina della Nazionale inglese

Nel segno di Eriksson: gli allenatori

 136 presenze e 24 gol per Mancini con la maglia della Lazio[/caption]  Meglio di lui solo il maestro Eriksson.  [caption id="attachment_45650" align="aligncenter" width="600"] Con 20 gol Simone Inzaghi è il miglior marcatore della Lazio nelle competizioni europee[/caption]  deve ancora scegliere la sua strada.  [caption id="attachment_45651" align="aligncenter" width="600"] Pavel Nedved arrivò alla Lazio nel 1996 dallo Sparta Praga
tutte le notizie di