Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Eriksen va via senza festeggiare: i tifosi si dividono

Al termine della sfida con il Bologna l'Inter si riunisce a centrocampo, ma il danese va negli spogliatoi

Redazione Il Posticipo

Una bella serata per tutti, tranne che per qualcuno. La terza vittoria dell'Inter rilancia le ambizoni nerazzurre in campionato. La squadra di Conte mostra i muscoli in vista della Champions e a fine match la soddisfazione è legittima. La squadra si raccoglie a centrocampo ma Eriksen guadagna da solo la via degli spogliatoi. Solo pochi minuti in campo per il danese che evidentemente non ha preso benissimo la scelta di Conte. Il tecnico leccese lo manda in campo a due minuti dal termine. Un cambio che sembra più una passerella per Sanchez autore di una buona partita. Difficile, quasi impossibile, riuscire a incidere in meno di 200 secondi. Il danese infatti entra ed... esce. Capo chino verso gli spogliatoi. Un evidente scollamento dal resto del gruppo che ha diviso anche i tifosi nerazzurri. Qualcuno giustifica l'amarezza del calciatore. Altri non ne condividono né accettano l'atteggiamento invitandolo a impegnarsi di più. E c'è anche chi se la prende con Conte per la scelta di inserirlo in campo per così poco tempo giudicandola una scelta autolesionista perché scatenerà inutili polemiche. E fra le tante possibili ipotesi, prende corpo anche quella della clausola contrattale. Qualche tifoso si interroga sulla possibilità  che nel contratto del danese vi sia un cavillo che lo "obbliga" a scendere in campo. E c'è infine chi è estremamente pragmatico. L'Inter vince, Eriksen a gennaio non ci sarà più. Quindi è problema che si risolverà da solo.