Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Erik Ten Hag, il mercato si complica, l’Ajax dice “no” per Antony

Erik Ten Hag, il mercato si complica, l’Ajax dice “no” per Antony - immagine 1
Il tecnico sta imparando quanto sia difficile prendere in mano le redini del Manchester United.

Redazione Il Posticipo

Erik Ten Hag sta imparando quanto sia difficile prendere in mano le redini del Manchester United. L'olandese è arrivato per rivoluzionare il club e tornare sulla strada del successo, ma sta incontrando i suoi primi ostacoli ancor prima di esordire in un match ufficiale, specialmente in chiave mercato.

RISTRUTTURAZIONE

Al suo arrivo Ten Hag non aveva lasciato spazio alle interpretazioni. Ha chiesto diversi rinforzi. Del resto non è una novità che l'ex tecnico dell'Ajax sia giunto a Carrington con l'idea di ristrutturare l'intera rosa, ma il progetto si complica con il passare delle settimane. Nonostante la dirigenza abbia raggiunto diversi obiettivi come Lisandro Martínez ed Eriksen, lo United vede allontanarsi i suoi due obiettivi più importanti: Frenkie De Jong e Antony. Trasferimenti sempre più complicati. L'olandese, per il momento, resta a Barcellona e non vuole trasferirsi anche se il club, ​​vista la sua situazione economica, non disdegnerebbe una cessione al Manchester United. Il problema è però legato al prezzo: in Catalogna chiedono troppo.

Erik Ten Hag, il mercato si complica, l’Ajax dice “no” per Antony - immagine 1

AJAX

Per quanto riguarda Antony, invece, sembrava che l'acquisto di Francisco Conceicao avesse aperto le porte per l'uscita del calciatore tanto caro a Ten Hag. Nei fatti, invece, l'ex club del tecnico dello United è molto meno collaborativo di quanto potessero pensare oltremanica. Non si fanno sconti. Neanche agli amici. E anche in questo caso la richiesta dell'Ajax, 80 milioni, appare eccessiva. Fra l'altro oltre all'ostacolo economico è arrivato anche il "no" di Alfred Schreuder. Il nuovo tecnico dei lancieri, parlando con la ESPN ha definito la partenza di Antony dall'Ajax come qualcosa di improbabile. "Penso che resterà. Come capita spesso, sinora abbiamo venduto molti giocatori. Ovviamente ci sono stati movimenti anche in entrata, ma nel complesso ritengo che abbiamo lasciato andare tanti elementi. Capisco che i nostri elementi facciano gola a diversi club ma ritengo anche che vendere un giocatore come Antony, un elementi chiave del nostro scacchiere, possa causarci più di qualche problema".