Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Empoli, Zanetti: “Vittoria arrivata quando si è sofferto di più. Stavo per sostituire Bandinelli…”

Empoli, Zanetti: “Vittoria arrivata quando si è sofferto di più. Stavo per sostituire Bandinelli…” - immagine 1
Primi tre punti stagionali per l'Empoli.

Redazione Il Posticipo

Dopo sei minuti di recupero e sei giornate di campionato l'Empoli festeggia la prima vittoria stagionale. I toscani vincono a Bologna giocando una partita attenta e qualitativa. Guizzo di Bandinelli e una determinazione feroce nel difendere un risultato che permette alla squadra di Zanetti di centrare il colpo grosso in Emilia. Il tecnico analizza la sfida ai microfoni di DAZN.

VITTORIA

Si è parlato a lungo di una squadra incapace di concretizzare. A Bologna arriva una vittoria pesante. Zanetti aveva quasi promesso i tre punti, sicuro che il lavoro e la qualità avrebbero pagato. E il risultato maturato al Dall'Ara gli ha dato ragione. Anche con un pizzico di fortuna. "Inseguivamo la vittoria da tempo ed è arrivata proprio nella partita in cui abbiamo sofferto di più. Sono molto contenuto per il gol di Bandinelli, gli ho detto di andare in area perché i palloni arrivano. Avevo deciso di sostituirlo, ma non voglio parlare di sfortuna o fortuna, ma di precisioni o imprecisioni come è accaduto spesso anche a noi. Ho visto una squadra caparbia. Il Bologna meritava il pareggio ma anche noi abbiamo avuto diverse occasioni nel primo tempo".

Empoli, Zanetti: “Vittoria arrivata quando si è sofferto di più. Stavo per sostituire Bandinelli…” - immagine 1

SOSTA

Tre punti prima della sosta. Undicesimo posto in classifica, morale alle stelle, scenario ideale per continuare a lavorare con serenità. E arrivano i primi convocati in nazionale. "Vincere prima di una sosta aiuta perché mentalmente è un sollievo. Staremo molto bene in questi giorni a casa prima di tornare a lavorare". C'è chi non si ferma. Parisi e Vicario andranno in nazionale: "Non mi prendo alcun merito, è tutto del ragazzo. Vicario è uno dei migliori portieri italiani e anche oggi ha fatto capire perché Mancini lo abbia convocato. Parisi per me è già pronto per l'azzurro deve solo continuare a giocare con questa continuità. Per ora è in Under che è altrettanto importante. Senza fretta, è pur sempre un ragazzo del 2000 quindi è normale che sia convocato fra i giovani, deve solo avere pazienza e tutto accadrà in modo quasi naturale".