Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Empoli, Zanetti: “Niente calcoli, con la Sampdoria sarà una battaglia”

Empoli, Zanetti: “Niente calcoli, con la Sampdoria sarà una battaglia” - immagine 1
Il tecnico consapevole delle difficoltà insite nella sfida.

Redazione Il Posticipo

Il posticipo fra Empoli e Sampdoria diventa, complice i risultati maturati nella zona calda della classifica, una partita da ultima spiaggia per i blucerchiati, obbligati a vincere per accorciare le distanza dal quartultimo posto. Toscani con serenità, ma non certo con i nervi distesi. Paolo Zanetti, in conferenza stampa, è stato abbastanza chiaro. Nessun calcolo.

CLASSIFICA

—  

La classifica dice che fra il terzultimo posto e la zona salvezza c'è un solco. Zanetti non se ne cura. "Non ho neanche toccato questo argomento con la squadra. Questo concetto deve esserci estraneo. A me interessa la posizione alla fine del campionato, guai ad avere la pancia piena, occorre conservare umiltà. Questa posizione dà la consapevolezza della bontà di quanto fatto sinora, ma nient'altro.  Non ha senso guardare adesso la classifica e pensare dove e come fare punti, ce ne sono ancora troppi in palio. Dunque concentrazione massima, contro un avversario che giocherà con la forza della disperazione. Sarà una partita difficile ma spero di sfruttare il fattore campo. Il pubblico può farci una mano".

Empoli, Zanetti: “Niente calcoli, con la Sampdoria sarà una battaglia” - immagine 1

SAMPDORIA

—  

Sarà una sfida particolare per Caputo, contro il suo ex club: "Si deve dare il giusto peso al suo contributo, altrimenti diventa ingeneroso nei confronti degli altri. Ciccio si sposa benissimo con le caratteristiche di questo gruppo dal punto di vista umano, tecnico e tattico. La Sampdoria sarà un esame per tutti e una partita come le altre, che va preparata e curata nei minimi dettagli. Di certo scenderemo in campo per vincere, può anche darsi che abbiamo due risultati su tre ma è altrettanto innegabile che non faremo calcoli. Ci troveremo di fronte un avversario che fa dell'agonismo e dell'aggressività i suoi marchi di fabbrica. Sarà fondamentale restare dentro la partita, anche a costo di incanalarsi sul binario della battaglia, che magari non è esattamente nelle nostre corde. Se sarà necessario dovremo adeguarci, anche perché mi aspetto una partita davvero intensa".