Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Empoli – Ucraina 1-3 ma vince la solidarietà

Empoli – Ucraina 1-3 ma vince la solidarietà - immagine 1

La sfida contro la squadra di Andreazzoli è servita soprattutto per aiutare un popolo e raccogliere fondi per una nazione martoriata dalla guerra.

Redazione Il Posticipo

L'Ucraina vince al Castellani per 3-1 nella sfida amichevole contro l'Empoli ma il risultato, mai come in questo caso non conta. La sfida contro la squadra di Andreazzoli è servita soprattutto per aiutare un popolo e raccogliere fondi per una nazione martoriata dalla guerra.

SOLIDALI - L'Ucraina, costretta a lasciare il paese, si sta preparando in vista dei play off mondiali del prossimo giugno. La nazionale, chiamata ad affrontare Scozia ed eventualmente Galles in finale, si sta avvicinando agli spareggi con una serie di amichevoli legati anche al crowfunding. L'incasso della sfida contro l'Empoli sarà interamente devoluto a Ukraine United24, (https://u24.gov.ua/) la piattaforma lanciata dal presidente Volodymyr Zelensky che ha come obiettivo la raccolta di denaro da distribuire, attraverso la Banca Nazionale del paese dell'Est Europa, ai vari ministeri impegnati a coprire le spese per le esigenze basilari ovvero difesa e bonifica del territorio dalle mine, aiuto medico e ricostruzione.

Empoli – Ucraina 1-3 ma vince la solidarietà- immagine 2

SFIDA - Per la cronaca l'Ucraina coglie la seconda vittoria dopo aver superato 1-2 in Germania, la scorsa settimana, il Borussia Mönchengladbach. L'Empoli, come riportato dal sito empolichannel, è sceso in campo con le seconde linee ed è andato sotto nel punteggio grazie alla rete messa a segno da Yaremchuk. Reazione d'orgoglio da parte degli azzurri che trovano il gol del pari con La Mantia. Nella ripresa la maggiore qualità degli ospiti, che in realtà giocavano in casa considerando che le tribune del Castellani ospitavano tantissimi ucraini avvolti nelle loro bandiere che non hanno smesso per un solo secondo di incitare la squadra, ha avuto il sopravvento. Serata di calcio, dunque, ma anche e soprattutto di amicizia e solidarietà. Del resto la squadra toscana non è nuova a gesti di grande sensibilità. Basti pensare a Vicario. L'estremo difensore ha commosso tutta la comunità calcistica aprendo le porte di casa sua a un bambino ucraino in fuga dagli orrori della guerra.