Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Empoli, Corsi si… arrende: “Bajrami e Parisi saranno difficili da trattenere”

Empoli, Corsi si… arrende: “Bajrami e Parisi saranno difficili da trattenere” - immagine 1

Tanti i gioielli messi in mostra dalla squadra di Andreazzoli che ha plasmato alcuni giovani talenti destinati a lasciare la Toscana.

Redazione Il Posticipo

Empoli ormai squadra rivelazione di questa stagione: tanti i gioielli messi in mostra dalla squadra di Andreazzoli che ha plasmato alcuni giovani talenti destinati, secondo il presidente Corsi, a lasciare la Toscana. In un intervento a Radio Marte, nella trasmissione "si gonfia la rete" il presidente ha ammesso che i due ragazzi sono in rampa di lancio.

EQUILIBRIO - Il presidente, al netto dei risultati, predica equilibrio. "Preferisco ragionare sulla situazione della mia squadra quando si perde. Proveniamo da alcuni mesi che hanno lasciato in eredità soddisfazioni ma anche il rischio di perdere equilibrio. L'esempio è quanto accaduto nella sfida con la Lazio. Abbiamo giocato e pareggiato una bellissima partita, ci hanno coperti di elogi, sino a farci perdere di vista il valore del Sassuolo. E abbiamo sbagliato partita. Ecco perché contro la Roma il livello di attenzione dovrà essere massimale. Troppi compimenti fanno male, occorre mettere la squadra al riparo da queste situazioni, fermo retando che proporre un buon calci è il modo migliore per valorizzare i ragazzi".

MERCATO - Inevitabile, a salvezza quasi acquisita, parlare di mercato e prospettive. "Preferisco arrivare al nostro obiettivo il prima possibile. Abbiamo un buon vantaggio su chi retrocede nin va assolutamente sprecato. Non sento De Laurentiis da diverso tempo, di solito quando perdiamo mi chiede cosa sia successo (eufemismo) ma il mercato è bloccato per tutti. Bajrami e Parisi sono sulla bocca di tutti possono giocare in una squadra importante, so già che a giugno farò molta fatica a trattenerli potranno presto giocare in una big. Per chi resterà, invece, occorrerà rinnovare aspettative e motivazioni. Il nostro obiettivo deve essere sempre quello di preservare la categoria".

BAJRAMI - Un nome molto vicino al Napoli è quello di Bajrami. Resta da capire cosa ne pensi Spalletti. "Ho uno splendido rapporto di amicizia con il tecnico e non lo metterei mai in difficoltà. Bajrami è un ragazzo particolare, a volte si intristisce in gara ma nelle ultime 5-6 partite ha reso tristi i nostri avversari. A volte aveva troppe remore nel tentare l'uno contro uno e saltare l'uomo. Quando si è convinto delle proprie possibilità ha cambiato marcia".