Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Semplici, l’unico dei toscani: in tanti ancora senza panchina…

CAGLIARI, ITALY - JULY 29: head coach of Juventus Maurizio Sarri gives his team instructions during the Serie A match between Cagliari Calcio and  Juventus at Sardegna Arena on July 29, 2020 in Cagliari, Italy. (Photo by Filippo Alfero - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)

Il nuovo tecnico del Cagliari è il primo fra i tanti corregionali a trovare una panchina.

Redazione Il Posticipo

SEMPLICI

 FERRARA, ITALY - JANUARY 05: Leonardo Semplici manager of Spal gestures during the Serie A match between SPAL and Hellas Verona at Stadio Paolo Mazza on January 5, 2020 in Ferrara, Italy. (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)
—  

Leonardo Semplici torna ad allenare dopo l'amato esonero alla Spal dello scorso anno. Dare il benservito al tecnico toscano non è stata una scelta felice da parte della società emiliana che è retrocessa da ultima in classifica. Adesso il tecnico toscano andrà a caccia di  una miracolosa salvezza con il Cagliari. Ed è l'unico tornato ad allenare mentre tati suoi corregionali aspettano. O preferiscono restare fermi. 

SARRI

 MILAN, ITALY - OCTOBER 06: Head coach of FC Internazionale Antonio Conte (R) shakes hands with head coach of Juventus Maurizio Sarri before the Serie A match between FC Internazionale and Juventus at Stadio Giuseppe Meazza on October 6, 2019 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani - Inter/Inter via Getty Images)
—  

Corsi ha sentito Sarri "carico e voglioso di allenare" come dichiarato qualche tempo fa a Radio Punto Nuovo. La sensazione, però, è che il tecnico possa restare sino a giugno senza sedersi in panchina. Recentemente era stato accostato alla Fiorentina e prima ancora alla Roma, ma i viola hanno scelto Prandelli e Fonseca ha un rendimento straordinario. Poco male. L'allenatore Campione d'Italia continua a percepire un lauto stipendio di 6 milioni e con ogni probabilità aspetterà giugno. Come molti altri suoi colleghi.

SPALLETTI

—  

Strano giro di panchine in Toscana. Sarri alla Juve al posto di Allegri, Conte all’Inter al posto di... Spalletti. E così anche il tecnico di Certaldo è rimasto senza una squadra ma non sembra farsene un problema troppo grande. Non che lo si immagini pronto a gufare ma... non sembra neanche troppo ansioso di tornare in panchina. Del resto, può permettersi più di qualche mese da disoccupato di lusso considerando che continua a percepire lo stipendio dall'Inter.

ALLEGRI

 TURIN, ITALY - MAY 27: Massimiliano Allegri during the 'Partita Del Cuore' Charity Match at Allianz Stadium on May 27, 2019 in Turin, Italy. (Photo by Daniele Badolato - Juventus FC/Juventus FC via Getty Images)
—  

Un altro allenatore toscano che ha atteso prima sotto l'ombrellone e poi davanti al caminetto più o meno sereno. In questa ottica la seconda stagione senza panchina non è stata un problema per Max Allegri che aveva già deciso di prendersi un anno sabbatico già abbondantemente trascorso peraltro, per godersi un po’ di tempo con la sua famiglia. Resta da capire quanto resisterà l'astinenza da campo e, soprattutto, chi lo cercherà... sin dai prossimi mesi.

MAZZARRI

—  

Altro toscano a disposizione è Walter Mazzarri. Il Torino, dopo il suo esonero, ha centrato con un po' di fatica il traguardo salvezza. Il tecnico è rimasto in attesa di capire quale possa essere il proprio futuro. Era facile immaginarlo nuovamente in panchina a stretto giro di posta, considerando anche la sua capacità di saltare su un treno in corsa. Il problema è nei che di treni ne passano pochi...