Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Emery: “Sono felice e orgoglioso anche se sognavo di compiere un altro passo”

Mastica amaro il Villarreal che accarezza, ancora una volta senza afferrarlo, il sogno di giocare una finale di Champions.

Redazione Il Posticipo

Il Liverpool centra la terza finale in cinque anni con Klopp confermando che per i Reds la Champions League è il giardino di casa. Mastica amaro il Villarreal che accarezza, ancora una volta senza afferrarlo, il sogno di giocare una finale di Champions. Parigi è una meta evidentemente irraggiungibile per il sottomarino giallo che ha disputato due semifinali nell'Europa che conta rimediando altrettante eliminazioni per mano di due squadre inglesi in due edizioni che prevedevano la finale proprio nella capitale francese. Unay Emery analizza la sfida. Le parole del tecnico del Villarreal sono riprese da notimerica.com

PERCORSO - Il sogno è durato 45'. Resta la soddisfazione di un grandissimo percorso. Il Villarreal non è arrivato per caso a giocarsi la finale. E ha spaventato e non poco il Liverpool che è andato al riposo con lo spauracchio dei supplementari e la sensazione comunque di uno scampato pericolo.  "Avevamo parlato e pianificato una partita del genere anche perché ci serviva qualcosa in più. Volevamo spingere in alto e lo abbiamo fatto nel primo tempo interpretandolo in modo eccezionale anche se non siamo riusciti a mantenere lo stesso livello di gioco e intensità per tutti i 90' di gioco".

EPISODIO - Era impossibile per la squadra di Emery correre così tanto per 90'. Al termine ha avuto la meglio la qualità del Liverpool nel complesso più forte. "Nel secondo tempo abbiamo perso un po' di forza e  dovevamo recuperare, avere un po' più di possesso palla ed essere forti in fase difensiva. Quando hanno alzato il ritmo noi siamo rimasti senza la capacità di rispondere a un avversario come il Liverpool, abbiamo perso praticamente tutto nel secondo tempo, è stato difficile per noi trovare risorse in questo senso. Mi sento felice e orgoglioso, ma volevamo di più. Personalmente coltivavo, insieme ai ragazzi il sogno e l'ambizione di fare un altro passo. Non sarà così, ma continueremo a perseguire il nostro progetto tecnico. La Champions ci ha chiesto molto e in Liga siamo settimi. Dovremo dare il massimo nelle prossime quattro partite per tornare in Europa. Credo che il Liverpool sia favorito per centrare la vittoria in Champions".