Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Emery: “Voglio tornare ad allenare in Liga. Neymar ha un grande cuore, va solo capito”

Unai Emery, nostalgia di casa. L'ex tecnico dell'Arsenal, ormai lontano dalla Spagna da quatto anni, si candida a un rientro in patria. Resta solo da trovare... una panchina. 

Redazione Il Posticipo

Unai Emery, nostalgia di casa. L'ex tecnico dell'Arsenal, ormai lontano dalla Spagna da quatto anni, si candida, come riportato da Eurosport, a un rientro in patria. Resta solo da trovare... una panchina.

ATTESA -  Dopo l'esperienze oltreconfine, fra Francia e Inghilterra, Emery, reduce da una esperienza non indimenticabile a Londra dopo due anni a Parigi in cui ha vinto ma non convinto, ritiene che rientrare alla base e alla Liga sia la scelta più logica. "Sono aperto a ogni tipo di esperienza. In Spagna, Inghilterra, Italia, Francia, ma se mi chiedessero dove penso di poter essere, ritengo di poter rispondere la Liga. E ne ho anche voglia, sono stato via per quattro anni. Se avessi buone possibilità di tornare in Spagna lo farei.Il primo obiettivo è tornare la prossima stagione, ma se non trovo nulla di adatto a ciò che sono le mie aspettative posso anche mettermi il cuore in pace e attendere il momento giusto".

NEYMAR - Dell'esperienza al PSG è rimasto un bel ricordo di Neymar. "Ha un grande cuore. Lo si deve prima  capire come persona, poi è facile stabilire una empatia. Può apparire come un personaggio che cerca sempre di essere  protagonista, ma ci sono molte altre cose di lui che non si conoscono. E si scoprono solo quando ci parli. È stato un onore per me lavorare con lui, ha le possibilità di essere condizioni per essere il migliore al mondo".

ISOLAMENTO - L'ex allenatore dell'Arsenal ha infine parlato del suo isolamento. "Utilizzo questo periodo per aggiornarmi. Sto guardando molte partite, osservo diversi tipi di squadre, come giocano. Cerco di migliorare. Inoltre, sto leggendo, scrivendo, studiando nuove soluzioni. Cerco di sfruttare questa pausa forzata per capire dove e in cosa posso migliorare rispetto a quanto ho fatto finora. E spero di uscire da questo periodo con orizzonti più ampi".