Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Emery torna a parlare: “Ho faticato a far giocare insieme Lacazette, Ozil e Aubameyang”

Tartassato dai tifosi e dalla critica per non aver quasi mai utilizzato insieme Aubameyang, Lacazette e Ozil, Emery ha riconosciuto quanto, per lui, sia stato difficile trovare un sistema che potesse ospitare tutti e tre.

Redazione Il Posticipo

Emery si difende. L'ex tecnico dell'Arsenal, tartassato dai tifosi e dalla critica per non aver quasi mai utilizzato Aubameyang, Lacazette e Ozil ha fornito una sua spiegazione. Niente di personale contro nessuno. Semplicemente, l'impossibilità di trovare la quadratura del cerchio fra esigenze tattiche e infortuni. Parlando dopo essere stato scaricato per Mikel Arteta, Emery ha riconosciuto quanto, per lui, sia stato difficile trovare un sistema che potesse ospitare tutti e tre.

OBBLIGATO - Emery, come riportato dal Sun, ha parlato ai microfoni della BBC: "Desideravo certamente che Lacazette, Aubameyang e Mesut giocassero insieme, ognuno con le proprie caratteristiche. Ma ci sono stati momenti in cui ho dovuto lasciare uno di loro fuori dall'undici titolare. Ho giocato spesso con Ramsey, perché mi offriva più capacità di pressare l'avversario. Con Mesut invece c'era meno pressione ma avevamo più capacità di giocare il pallone con maggiore brillantezza"

TATTICA - Tutte le decisioni di Emery sono state dettate dalla ricerca della migliore soluzione sostenibile. "Ho sempre scelto chi fare giocare a seconda delle caratteristiche dei giocatori. Tutto dipendeva dall'atteggiamento. Se volevamo pressare oppure gestire il pallone. L'obiettivo di un allenatore è sempre quello di trovare la massima competitività. A volte, però, per un motivo o per l'altro, come ad esempio l'infortunio di Lacazette o di Ozil, qualcuno è rimasto fuori. Per diverso tempo non ho mai potuto usare tutti e tre. La capacità di cercare di mettere insieme le diverse qualità di questi giocatori è stato molto sfidante da un punto di vista tattico".