Emery ritrova Ben Arfa, tra litigate, una maledizione e…i kebab in macchina

Emery ritrova Ben Arfa, tra litigate, una maledizione e…i kebab in macchina

L’Arsenal, per gli ottavi di finale di Europa League, dovrà incontrare il Rennes: Emery ritrova Ben Arfa e tra i due ci sono vecchie ruggini. Riuscirà Emery a spezzare la “maledizione di Hatem”?

di Redazione Il Posticipo

Lo scorso anno si è parlato spesso di Hatem Ben Arfa, un giocatore tecnicamente straordinario che però ha mostrato qualche limite dal punto di vista della continuità dovuto alle sue intemperanze caratteriali. La sua ultima stagione al Paris Saint-Germain, dopo aver brillato con la maglia del Nizza, è stata senza dubbio la peggiore della sua carriera: il franco-tunisino si è trovato fuori squadra per tutta la stagione, non ha giocato neanche un minuto e quindi non si è portato a casa nemmeno la medaglia di campione di Francia. Ha protestato molto durante l’anno ma il suo allenatore non ne voleva proprio sapere di lui. Chi era? Unai Emery e nel prossimo turno di Europa League i due si rincontreranno da avversari: Rennes-Arsenal sarà una partita… all’anti-ruggine.

LA MALEDIZIONE – Già perché di ruggini tra Emery e Ben Arfa non ce ne sono poche. I due, al PSG erano stati presentati insieme e nonostante il calciatore mostrasse di avere grande tecnica, l’allenatore gli ha concesso solo 23 presenze, quasi mai dall’inizio. Questo a Ben Arfa non piaceva per niente. Una delle prime scintille tra i due è quella scatenatasi dopo l’uscita dalla Champions League del PSG contro il Barcellona: dopo una vittoria per 4-0, arriva la sconfitta per 6-1 al ritorno. Game Over. Ben Arfa sbotta e, secondo France Football, dice al tecnico che non arriverà mai oltre gli ottavi di finale in una competizione europea, neanche con la squadra più forte del mondo. Insomma, quando c’è stima, c’è tutto. Non solo, probabilmente infastidito dallo scarso minutaggio, il calciatore faceva il verso all’allenatore nello spogliatoio per il suo francese. Molto bene. Ma non è tutto.

DRIBBLING E KEBAB – Certo, anche Emery, dal canto suo, qualcosa ha fatto: in allenamento Ben Arfa, forse per convincere il tecnico della sua qualità, si esibiva in straordinarie azioni solitarie dribblando quei campioni dei compagni come se fossero stati birilli. E Emery di tutto punto sbotta: “Passa quel dannato pallone, non sei Messi“. Insomma: non sarà Messi, ma Dani Alves e Maxwell lo hanno definito rispettivamente “fenomeno” e “campione”. E non si può di certo dire che i due esterni brasiliani non capiscano di calcio visto che con Messi…ci hanno giocato. Come se la “maledizione degli ottavi” e le imitazioni-sfottò nello spogliatoio non bastassero, pare che alcuni membri dello staff tecnico abbiano fatto la spia all’allenatore che avevano avvistato Ben Arfa nel parcheggio del centro sportivo a mangiare… kebab prima dell’allenamento. Un toccasana, che certamente avrà fatto piacere al suo ex tecnico! Ironia della sorte, i due, come vuole la maledizione si rincontreranno agli ottavi di finale di Europa League il 7 e il 14 marzo, prima a Rennes e poi a Londra: chi dei due potrà esultare alla faccia dell’altro?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy