Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Emery, quanti complimenti all’Atalanta! “È al livello di Milan, Inter e Juve, l’ho studiata e ho detto ‘wow'”

LONDON, ENGLAND - NOVEMBER 28: Unai Emery, Manager of Arsenal looks on ahead of the UEFA Europa League group F match between Arsenal FC and Eintracht Frankfurt at Emirates Stadium on November 28, 2019 in London, United Kingdom. (Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

L'uomo dell'Europa League...torna in Champions e lo fa da protagonista, ritrovandosi ad affrontare l'Atalanta. Ed Emery in conferenza stampa fa i complimenti ai bergamaschi. Del resto, tra "piccole" terribili, ci si intende. 

Redazione Il Posticipo

L'uomo dell'Europa League...torna in Champions e lo fa da protagonista. Unai Emery, dopo l'ennesimo trofeo continentale conquistato in carriera, è rientrato dalla porta principale (ovvero la prima fascia) nella competizione più importante. Il Villarreal si è però trovato in un girone non semplice, in cui c'è il remake della finale di Europa League dello scorso anno con il Manchester United con un Cristiano Ronaldo in più e soprattutto l'Atalanta di Gasperini. E come riporta Tuttomercatoweb, proprio prima del match contro la Dea in conferenza stampa il tecnico del Submarino Amarillo fa i complimenti ai bergamaschi. Del resto, tra "piccole" terribili, ci si intende...

WOW - "Vero è che quando si parla di Atalanta si cerca di distinguere fra osservare e vedere e si trovano certe differenze. Conosciamo come giocano nel campionato italiano, io osservavo ma non vedevo come fosse la squadra, comprendevo che era una costante sorpresa. Una volta vista, analizzata e conosciuta ho detto 'wow'. Una squadra diversa, che si sta allenando in modo ottimo, molto intelligente". Insomma, una sorpresa ma fino a un certo punto. Non proprio uguale agli spagnoli, però, perchè Emery ci tiene a sottolineare che i suoi in Europa hanno più precedenti e migliori risultati. "Se si osserva la storia dell'Atalanta, si vede che è qualcosa di diverso del Villarreal. Ha meno percorso europeo, ma c'è una crescita costante anche grazie a Gasperini, che l'ha fatta consolidare come una delle principali squadre in Italia. Noi siamo più presenti e dobbiamo trarre vantaggio da questa situazione".

STESSO LIVELLO - In ogni caso, il tecnico non può essere certo contento di aver pescato la Dea, considerando che la mette allo stesso livello delle altre big tricolori... "Dopo avere analizzato i perché di questa squadra, possiamo stabilirne il valore. Dopo il sorteggio, dopo aver visto che c'era il Manchester e l'Atalanta... L'Atalanta è allo stesso livello di Milan, Inter, Juventus, Napoli. È necessario rispettarla e adattarsi a come gioca, si impongono in diversi momenti. Con questo potenziale noi, con voglia ed entusiasmo, affronteremo questa partita in casa. Siamo desiderosi di sfidare questa grande squadra con tutti i nostri mezzi". Che è un po'...la filosofia dell'Atalanta!