Elabdellaoui, capodanno shock: il calciatore del Galatasaray in ospedale dopo un incidente con i fuochi d’artificio, si è ferito agli occhi

Capodanno da dimenticare per Omar Elabdellaoui, terzino del Galatasaray e della nazionale norvegese. Il calciatore è infatti rimasto ferito festeggiando il nuovo anno, essendo coinvolto nell’esplosione di fuochi d’artificio. E come spiega il club, ci sono andati di mezzo gli occhi…

di Redazione Il Posticipo

Capodanno da dimenticare per Omar Elabdellaoui, terzino del Galatasaray e della nazionale norvegese. Il calciatore è infatti rimasto ferito festeggiando il nuovo anno, essendo coinvolto nell’esplosione di fuochi d’artificio. Una situazione pericolosissima, che lo ha costretto a correre in ospedale ma che rischia di avere conseguenze a lungo termine devastanti per la sua carriera. Come ha spiegato il Galatasaray in un comunicato ufficiale, infatti, il calciatore si è ferito una parte del colpo particolarmente delicata: gli occhi. E quindi nella notte che apre il 2021 il club ha dovuto fare chiarezza sulla situazione di salute del suo calciatore.

COMUNICATO UFFICIALE – “Omar ha ricevuto i primi soccorsi dopo lo sfortunato incidente. Il danno ai suoi occhi sarà chiaro solo dopo un ulteriore esame. Adesso è pienamente cosciente e non c’è rischio di morte”. Già, perchè alcune voci incontrollate avevano addirittura fatto temere per la vita del norvegese. Che invece non corre rischi di quel punto di vista, ma che comunque dovrà capire se e come i suoi occhi sono rimasti coinvolti dall’esplosione. Al momento però, come spiega il Gala, nessuna notizia al riguardo. A parlare, come spiega Goal, è il membro del consiglio del club, Abdurrahim Albayrak: “Gli occhi di Omar saranno lavati, curati, e la sua situazione sarà chiara solo dopo. Il club farà del suo meglio per curare a pieno il giocatore”.

(Photo by Joern Pollex/Bongarts/Getty Images)

APPRENSIONE – Insomma, parecchia apprensione sul Bosforo per Elabdellaoui, che ha da poco compiuto 29 anni e che ha una carriera lunga e variegata. Cresciuto nel vivaio del Manchester City, il terzino ha giocato in giro per tutta l’Europa, con esperienze in Olanda, in Germania e in Grecia, prima di accasarsi al Galatasaray all’inizio di questa stagione. E crescono i dubbi sulla possibilità che il calciatore possa effettivamente tornare in campo. La speranza di tutti è che la ferita agli occhi sia lieve e che non ci sia necessità di smettere, ma vista la delicatezza della situazione il club ha preferito mantenere un certo riserbo. Di certo, se da quelle parti si aspettavano che il 2021 fosse migliore dell’anno appena terminato, la prima impressione spiega che l’ottimismo forse era un po’ malriposto…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy