El Turco Mohamed è ancora furioso con Klopp: “Mi ha mancato di rispetto, mi ha preso in giro come se fossi un…”

El Turco Mohamed è ancora furioso con Klopp: “Mi ha mancato di rispetto, mi ha preso in giro come se fossi un…”

Antonio Mohamed detto “El Turco”, tecnico del Monterrey, ha vinto il campionato messicano in onore di suo figlio, grande tifoso della squadra che ora lui allena. Ma al Mondiale per Club ha avuto uno scontro con Klopp. Una storia che ancora lo fa arrabbiare parecchio…

di Redazione Il Posticipo

La storia di Antonio Mohamed detto “El Turco”, tecnico del Monterrey, ha fatto il giro del mondo. Quando la sua squadra ha vinto il titolo messicano, l’allenatore argentino si è sciolto in lacrime, tenendo un rosario in mano. Aveva finalmente mantenuto la promessa a suo figlio Farid che ha lasciato questo mondo all’età di nove anni nel 2006. Era tifoso del Monterrey. L’allenatore voleva dedicargli la vittoria di un campionato. E finalmente, ce l’ha fatta. Ma qualche giorno prima, il tecnico è finito sotto i riflettori per una bella litigata con Klopp durante la semifinale del mondiale per club.

LINGUACCIA – Uno scontro che, come Mohamed ha raccontato alla testata argentina Enganche, ancora lo fa arrabbiare parecchio. “Klopp mi ha mancato di rispetto. Ha passato tutto il tempo a chiedere ammonizioni perchè diceva che stavamo continuamente facendo fallo su Salah. E poi, quando io ho chiesto un rosso per uno dei suoi, mi ha fatto la linguaccia e mi ha preso in giro come se fossi un maricon, un finocchio”. Quando l’ho visto, all’inizio mi sono fatto due risate, ma poi è uscita la mia parte che viene dal barrio, ho perso l’eleganza e la compostezza”. E quindi…ci è andato a litigare.

RABBIA – Rigorosamente in spagnolo, perchè altrimenti non sarebbe stata la stessa cosa. “Non so dirti quello che gli ho detto esattamente, perchè ho pensato che se lo avessi insultato in inglese non avrebbe fatto lo stesso effetto. Ed ecco perchè l’ho fatto in spagnolo. Poi me ne sono andato perchè solitamente non prendo parte a questi giochetti, ma sono impazzito dalla rabbia, sentivo che mi si stavano drizzando i peli. Non so se la mia reazione sia stata quella giusta, ma mi è venuta da dentro”. Insomma, bene vincere il campionato e dedicarlo al suo amatissimo figlio scomparso. Ma El Turco è ancora furioso e spera quindi di avere occasione di incontrare Klopp. Anche perchè significherebbe aver vinto di nuovo la Champions nordamericana…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy