Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Egitto, richiesta scritta al Liverpool per Salah alle Olimpiadi

(Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

In Africa non hanno minimamente intenzione di rinunciare al loro uomo immagine. Così arriva la richiesta ufficiale della federazione al Liverpool per convocare Mohamed Salah.

Redazione Il Posticipo

Difficile immaginare che una nazionale voglia privarsi di uno dei propri migliori giocatori. Al netto di squalifiche, infortuni o liti furiose con un allenatore, sarebbe impensabile che ad esempio Mané non giochi per il Senegal, che Haaland non giochi per la Norvegia o che Cristiano Ronaldo non giochi per il Portogallo. Allo stesso modo, l'Egitto non ha minimamente intenzione di rinunciare al suo uomo immagine. Così arriva la richiesta ufficiale della federazione al Liverpool per portare Mohamed Salah alle olimpiadi.

LA FEDERAZIONE - Chiaro che nessuna nazionale olimpica rinuncerebbe a un giocatore del Livello di Salah ma il Liverpool ha tutto il diritto di pensarci molto bene. Stando a quanto riporta il Sun, l'ala egiziana salterebbe addirittura sei settimane di preparazione estiva in caso si unisse alla nazionale. In nessun caso questo sarebbe un buono scenario per un club: figuriamoci dopo una stagione cominciata tardi per ovvie ragioni. Il 28enne però vuole giocare in nazionale ed è d'accordo con la propria federazione che ha comunicato di aver già scritto ufficialmente al Liverpool. Il presidente della federazione Ahmed Megahed spiega alla televisione egiziana: "La dirigenza del Liverpool ha risposto al nostro messaggio dicendo che discuterà della situazione con il giocatore".

 (Photo by Nathan Stirk/Getty Images)

LA DECISIONE - "Sono sicuro che Salah non veda l'ora di indossare la maglia dei Faraoni durante la partecipazione alle Olimpiadi, se può, ma non è una sua decisione perché deve discuterne con la dirigenza del club. Spero che il Liverpool accetti la nostra richiesta". Chiaramente, in caso il Liverpool accetti la richiesta della federazione, Salah farebbe parte dei tre fuori quota ammessi nella nazionale olimpica che di base permette la convocazione di soli under-23. Non sarebbe il primo fuori quota di livello in una nazionale visto che nel 2012, la Gran Bretagna schierava Giggs e Bellamy, non proprio due teenager. La palla passa quindi al Liverpool per capire cosa lasciar fare a Salah dal 22 luglio (anche se dovrebbe in caso aggregarsi al gruppo una settimana prima) al 7 agosto.

Potresti esserti perso