Ecuador, guai per Kaviedes: l’ex Perugia denunciato per aggressione dopo una rissa in strada

Ecuador, guai per Kaviedes: l’ex Perugia denunciato per aggressione dopo una rissa in strada

Tra i tanti calciatori passati nel Perugia di Gaucci, c’era anche Iván Kaviedes. L’attaccante ecuadoriano in Italia non ha fatto benissimo e stavolta è finito sotto i riflettori per un motivo non proprio positivo. L’ex Perugia è stato denunciato per aggressione dopo una rissa in strada che è diventata virale sui social.

di Redazione Il Posticipo

Nel Perugia di Gaucci sono passati tanti calciatori che, chi per un motivo, chi per un altro, hanno lasciato il segno nel calcio italiano pur non essendo dei fenomeni. C’era il croato Rapaić, immarcabile quando gli andava di giocare, peccato che non succedesse spesso. Saadi Gheddafi, che con un cognome e un padre del genere non aveva certo bisogno di scendere in campo per fare notizia. E poi c’era El Nine, Iván Kaviedes. Uno che è arrivato al Renato Curi nel 1999, dopo che la stagione precedente con l’Emelec aveva realizzato 43 reti in 39 match del campionato ecuadoriano. In Italia non ha fatto benissimo (4 reti e una sola stagione in Serie A), ma resta comunque uno di quei nomi che gli appassionati ricordano.

INSULTI – Ora il classe 1977 è tornato nel suo paese e gestisce un’azienda familiare che si occupa di cibo e bevande, ma come riporta Goal è finito sotto i riflettori per un motivo non proprio positivo. L’ex Perugia è stato denunciato per aggressione dopo una rissa in strada. Proprio lo stesso Kaviedes ha raccontato la sua versione dei fatti a El Mercurio, spiegando di aver agito dopo che era stato provocato. “Stavamo giocando e come sempre all’angolo c’era un gruppo di persone che bevevano. Mi hanno insultato ma non ho risposto. Poi sono venuti a trovarmi dove vivo con la mia famiglia e la mia fidanzata e hanno continuato a insultarci”.

REAZIONE – A quel punto è arrivata la reazione dell’ex Perugia. “Uno era più piccolo di me e non ho voluto affrontarlo, mi giro e un altro stava per colpirmi da dietro allora mi sono voltato e gli ho rotto il naso. Quindi ne è arrivato un altro e l’ho colpito in faccia. Quando stavo per andarmene ne è uscito un altro”. E proprio quest’ultimo è quello che ha sporto denuncia contro Kaviedes. “È caduto male, aveva la testa spaccata ma non è successo nulla. È uscito dall’ospedale e domenica è tornato a bere”. Goal però spiega che invece c’è stato bisogno di un drenaggio perchè la persona in questione aveva un ematoma in testa. La scena è stata comunque ripresa ed è finita sui social, dove è già virale. Peccato che stavolta Kaviedes sia tornato al centro delle cronache non per il calcio…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy