Ecuador, fioccano le multe anti-Covid: l’argentino Sergio López dovrà pagare 1200 dollari…per aver baciato il pallone

Ecuador, fioccano le multe anti-Covid: l’argentino Sergio López dovrà pagare 1200 dollari…per aver baciato il pallone

Il pallone è la porta verso la celebrità o la ricchezza e anche per chi non diventerà mai un grandissimo può rappresentare il veicolo di evasione da una vita fatta di ristrettezze economiche. Dunque, ci sta che al pallone, di tanto in tanto, dopo tanti calci si dia anche qualche bacio. Ma non in tempi di Covid-19…

di Redazione Il Posticipo

Chi è cresciuto e ha imparato ad amare il calcio con Holly&Benji non può non aver mai pronunciato una delle frasi celebri dell’anime di Yoichi Takahashi: “il pallone è tuo amico”. E in effetti, per chi di mestiere fa il calciatore non c’è frase più veritiera. Il pallone è la porta verso la celebrità o la ricchezza e anche per chi non diventerà mai un grandissimo può rappresentare il veicolo di evasione da una vita fatta di ristrettezze economiche o problemi familiari. Dunque, ci sta che al pallone, di tanto in tanto, dopo tanti calci si dia anche qualche bacio.

BACIO – Ma non in tempi di coronavirus. Come spiega la testata ecuadoriana El Universo, nel paese sudamericano è arrivata la prima multa per aver baciato il pallone durante la partita. Un gesto che molti calciatori fanno quasi senza pensarci, prima di calciare un rigore o dopo un gol. Ma secondo le regole della Liga Pro, vista la possibilità di contagio, ora si tratta di una infrazione grave, punibile con una sanzione che può raggiungere i tre giorni di stipendio. Il primo a fare le spese di questa stretta regolamentare è l’argentino Sergio López dell’Aucas, che ora dovrà sborsare 1200 dollari. E per fortuna che almeno la sua squadra la partita l’ha vinta…

ALTRE MULTE – Ma López non è stato l’unica vittima delle norme anticoronavirus. El Universo spiega che sono state molte le sanzioni pecuniarie comminate nelle prime giornate di campionato. Cinque calciatori sono stati multati anche loro di 1200 dollari per essersi scambiati la maglia a fine partita, il Barcelona de Quito ne ha pagati 800 per non aver installato a bordo campo il dispenser di disinfettante, mentre all’Emelec, che ha fatto entrare troppe persone all’interno dello stadio durante una partita a porte chiuse, è andata peggio di tutti: 2000 dollari di sanzione. Ma nessuna multa, ovviamente, farà scalpore come quella per il bacio. E d’ora in poi il pallone sarà anche un amico ma…meglio evitare effusioni…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy