Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Dybala una piccola… Joya per ricominciare. E tifosi sui social lo incoraggiano

TURIN, ITALY - JANUARY 03: Paulo Dybala of Juventus F.C. celebrates after scoring their team's fourth goal during the Serie A match between Juventus and Udinese Calcio at Allianz Stadium on January 03, 2021 in Turin, Italy. Sporting stadiums around Italy remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

L'argentino torna al gol dopo sei mesi allo Stadium.

Redazione Il Posticipo

La Juventus vince contro l'Udinese e si prepara alla sfida contro il Milan trascinata da un Cristiano Ronaldo sempre più spaziale. Straordinari, i numeri del portoghese, che arriva a quota 20 gol per la quindicesima stagione consecutiva riappropriandosi anche della vetta solitaria della classifica cannonieri. Nella notte che incorona il portoghese, però, c'è finalmente spazio e gloria anche per Dybala che trova una giocata che può essere importante soprattutto dal punto di vista psicologico. Dybala aveva bisogno di una scintilla, di un sorriso. Difesa dell'Udinese rivedibile, non è sicuramente il gol più importante della sua carriera ma può essere molto utile per la costruzione della fiducia e della autostima del calciatore argentino che nelle ultime settimane aveva perso smalto e considerazione anche da parte dei tifosi. Una gioia attesa da sei mesi, allo Stadium. E l'abbraccio di Pirlo è un immagine, con tanto di sorriso liberatorio di entrambi. In certi momenti, per un attaccante, è fondamentale trovare il gol.

RIPRESA - Non è stata una partita eccezionale, quella dell'attaccante argentino. L'assenza di Morata per certi versi lo ha aiutato. Pirlo avrebbe potuto sostituirlo ma l'ha aspettato. Anche perché una ulteriore bocciatura in un momento così delicato rischiava di essere deleteria. Il campo ha dato ragione al tecnico bianconero. E potrebbe essere la chiave per aprire la porta di una stagione sinora avara di soddisfazioni per un giocatore che è e resta un capitale della società bianconera. Una rete che arriva al termine di una partita in cui l'argentino era finito nel mirino dei tifosi. Il ragazzo però ci ha messo voglia, attaccando la profondità con i tempi giusti al netto di una condizione non ancora brillantissima. L'argentino ha partecipato molto alla manovra, toccando 97 palloni, ma tirando solo quattro volte verso la porta di Musso. Un pallone però è finito dove voleva e serviva. E anche i tifosi bianconeri, che al netto di qualche scetticismo gli sono molto affezionati, lo incitano.