Duncan: “Di Francesco mi ha già migliorato, qui per aiutare il Cagliari e perché mi sento voluto”

Il centrocampista parla della sua nuova esperienza in Sardegna

di Redazione Il Posticipo

Duncan, nel posto giusto al momento giusto. Il neo centrocampista del Cagliari vuole dimenticare nell’isola gli ultimi mesi trascorsi a Firenze, dove, fra infortuni e cali di forma, era finito ai margini del progetto viola. Quattro presenze e 161′ in Toscana. A Cagliari è stato subito diverso. Di Francesco gli ha concesso subito fiducia ed è sceso in campo contro il Milan giocando 68′ di discreto livello. Il primo passo verso la rinascita. Il ragazzo ha parlato ai microfoni dei canali ufficiali rossoblù mostrandosi parecchio entusiasta del progetto.

 

STIMOLI- Di Francesco lo conosce bene. E anche Duncan aveva voglia di rimettersi in gioco. “Avevo bisogno di sentirmi voluto. Il mister e il direttore sportivo mi hanno fatto sentire un calciatore importante e questo mi ha dato una spinta in più. Io volevo lavorare con un allenatore che conoscevo e poteva aiutarmi anche nel limare i miei difetti. Il tecnico mi ha già migliorato nel passato e qui posso trovare anche dei compagni da cui posso imparare tanto. Ci sono tanti calciatori esperti. Nei mesi scorsi sono stato un po’ giù di morale,  ma ho voglia di riscatto. Voglio tornare a divertirmi nel giocare a calcio. Fisicamente non sono al top, ho bisogno di tempo non gioco da un po’ di tempo ma sono nel posto giusto per ritrovarmi.

 

PARMA, ITALY – DECEMBER 16: Eusebio Di Francesco head coach of Cagliari Calcio gestures during the Serie A match between Parma Calcio and Cagliari Calcio at Stadio Ennio Tardini on December 16, 2020 in Parma, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

CAGLIARI – L’ambientamento nella nuova squadra non sarà un problema. “Sono abituato a stare lontano da casa, mi sento già cresciuto. Sono arrivato in Italia quando avevo sedici anni e tutto sommato è stata una scelta giusta, sebbene difficile.  Ho sempre pensato a studiare e giocare. Mi reputo un giocatore abbastanza sveglio, imparo velocemente”. Se lo augura anche Di Francesco che ha bisogno di puntellare la squadra. “Ho sempre ragionato per il bene del collettivo.  cerco sempre di dare il massimo per il collettivo. Il risultato della squadra è la cosa più importante. Credo che il Cagliari abbia tutto per ritrovare una posizione più importante in classifica.  E se ci riusciremo sarà una importante soddisfazione personale. Faremo del nostro meglio per restituire il sorriso ai tifosi e non vedo l’ora di vederli allo stadio. Sono convinto che con il loro apporto la squadra potrà crescere nel rendimento. Con la spinta dei tifosi il Cagliari può risollevarsi ancora più rapidmente”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy