Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Dumfries, arrivano conferme anche dal PSV: a un passo dall’Inter

AMSTERDAM, NETHERLANDS - JUNE 13: Denzel Dumfries of Netherlands celebrates after scoring their side's third goal during the UEFA Euro 2020 Championship Group C match between Netherlands and Ukraine at the Johan Cruijff ArenA on June 13, 2021 in Amsterdam, Netherlands. (Photo by Olaf Kraak - Pool/Getty Images)

L'esterno olandese non tradisce le attese e la fiducia di De Boer e regala una rete che permette al tecnico olandese di scacciare fantasmi e spegnere fischi.

Redazione Il Posticipo

Una delle poche gioie dell'Europeo dell'Olanda è stata la sfida vinta contro l'Ucraina. Vittoria di carattere, chili e centimetri. Caratteristiche che incarnano perfettamente Denzel Dumfries. L'esterno olandese è stato fra i pochi a non aver tradito le attese e la fiducia di De Boer che aveva puntato soprattutto su di lui per  il  3-5-2. E Dumfries ha sempre risposto presente trovando e anche il modo di consacrarsi al grande pubblico.

ESTERNO - Il suo nome, fra gli addetti ai lavori di mercato, del resto, è noto da diverso tempo. Il calciatore del PSV Eindovhen può giocare sia come esterno destro che a centrocampo. Caratteristiche che lo rendono perfetto per chi gioca con la difesa a tre. L'Europeo ha confermato quanto di buono si dice su questo classe 1999 che è almeno da qualche anno sul taccuino di diverse squadre italiane. Piaceva molto al Milan lo scorso anno, è uno dei nomi che Spalletti ha preso in considerazione per il suo Napoli. E nelle ultime ore  è l'Inter ad essere in vantaggio per il calciatore nato a Rotterdam da genitori provenienti da Aruba e che ha nella corsa e nello strapotere fisico il suo punto di forza. Si è messo in luce con lo Sparta Rotterdam, nel 2015. Quindi il passaggio all'Heerenveen dove inizia il suo percorso che gli apre le porte della nazionale e del PSV Eindhoven. Il ragazzo di fa rispettare immediatamente e mostra le sue doti anche in ambito internazionale.

POTENZA - La sua fisicità, sebbene possa permetterli di ben figurare davanti o anche al centro della difesa, gli permette di esprimersi al meglio sulla fasica, dove fra l'altro riesce a sprigionare tutta la sua potenza in allungo. A dispetto di un altezza importante (si parla pur sempre di un calciatore di 188 centimetri) riesce a spingere con ottima continuità e diviene praticamente imprendibile quando parte palle al piede o arriva in corsa da dietro. Fra l'altro ha anche piedi abbastanza educati che gli permettono di essere utile sia in fase di costruzione che di appoggio. Come riportato dal sito del PSV, il tecnico Schmidt è pronto a salutarlo, sebbene controvoglia. Deve prendere atto della volontà del calciatore, ormai a un passo dall'arricchire la A di un nuovo... tulipano.