Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Dugarry: “Ligue 1 a 22 squadre e che il calcio torni ai calciatori. Questo campionato mi annoia sempre più…”

Il campione del mondo del 1998 non è mai banale. L'ex rossonero difende l'idea di un campionato con 22 squadre e polemizza con i presidenti. 

Redazione Il Posticipo

Come al solito, Christophe Dugarry non è mai banale. Il campione del mondo del 1998 come riportato da Le Parisien, sostiene la causa di Amiens e Tolosa che chiedono di essere riammessi nella massima serie attraverso il ricorso in Consiglio di Stato. L'ex rossonero difende l'idea di un campionato con 22 squadre e polemizza con i presidenti.

INTERESSE - Dugarry ritiene che il calcio francese debba uscire dall'idea che ogni club coltivi il proprio orticello: "Sono a favore di una Ligue 1 con 22 squadre. I presidenti devono smetterla di guardare i loro interessi come fanno troppo spesso. È solo un problema finanziario perché alcuni non vogliono condividere la torta a 22 anni, perchè la quota, ovviamente sarà  più piccola.

STOP - Dugarry, preso atto dello stop, chiede almeno solidarietà. "Gente come Aulas difende il suo Lione. A volte è ridicolo ma lo fa con il cuore. Ho molto rispetto per lui perché ma ha cambiato troppe vole idea. Una cosa è certa, la decisione del governo è stata presa troppo presto. Non è un caso che siamo forse l'unico campionato che non riprenderà. Spero almeno blocchino le retrocessioni. L'aggiunta di altre quattro partite non cambierà molto. Inoltre, sono convinto che se oggi facessimo un sondaggio per salvare Amiens e Tolosa, il 90% dei calciatori accetterebbe di salvarli per solidarietà, ma il governo e il calcio non sanno prendere decisioni".

"FUTURO  - Le idee per il futuro sono chiare. "Voglio che il calcio torni ai calciatori. Molti club che lavorano bene all'estero, come il Bayern Monaco o la Juve, hanno sempre ex grandi giocatori come leader. Noi abbiamo banchieri, comunicatori,  neodiplomati senza esperienza. Questo spiega perché il Bordeaux sia in queste condizioni. Lo stadio non è mai stato così vuoto, i risultati sono catastrofici.Guardo le partite di Ligue 1 e mi annoio sempre di più".