calcio

Dramma Sala, il nodo legato all’acquisto sciolto dalla FIFA?

Il dramma di Sala ha anche contorni legali. Il nodo legato all'acquisto potrebbe essere sciolto. Secondo quanto riporta il Sun, il trasferimento sarebbe stato ratificato dalla FIFA poche ore prima della tragedia...

Redazione Il Posticipo

Il dramma di Sala assume anche contorni legali. Resta da risolvere, infatti, il nodo legato all’acquisto del calciatore che dal Nantes si sarebbe dovuto trasferire a Cardiff. In questo senso il “Sun” prova a dirimere la questione. Secondo il tabloid inglese, il trasferimento era stato perfezionato e ratificato dalla FIFA, ma con una riserva di nulla osta internazionale che scadeva lunedì. Il tutto sarebbe rintracciabile dal software dei trasferimenti della FIFA, che come di norma ha tutte le informazioni necessarie: prezzo, pagamento e tutti i personaggi coinvolti nella trattativa.

CHIAVE – La chiave è molto semplice: secondo il Sun il trasferimento, per 15 milioni di euro, di Sala sarebbe stato dunque definito il lunedì pomeriggio, ovvero poche prima di lasciare Nantes per salire su quel maledetto aereo che non lo ha mai portato Oltremanica, dove avrebbe sostenuto il primo allenamento con il nuovo club. In Francia, al netto del dolore per la vicenda, secondo il tabloid, sono anche incerti su chi debba gravare il costo dell’assicurazione, sebbene sia l’ultimo dei problemi. E la ratificazione della FIFA potrebbe dirimere anche questa questione.

LUTTO – Intanto, il Cardiff è a lutto ma deve andare avanti. Anche il CEO Choo ammette le difficolta, riportate da TalkSPORT e riprese dal Sun. “Per noi è molto difficile fare fronte a quanto sta accadendo. Abbiamo seguito Emiliano per mesi e quando finalmente siamo riusciti ad acquistarlo è accaduto tutto questo. Non sappiamo davvero come affrontare questo scenario. Dobbiamo comunque rispettare la scadenza di trasferimento. Mancano otto giorni”.

APPELLI – E, tornando alle ricerche, anche gli appelli sembrano destinati a cadere nel vuoto. Nel senso che i soccorritori hanno sospeso le operazioni. Non sono dunque bastate le parole della sorella Romina e quelle di Leo Messi. David Barker, responsabile della capitaneria di porto, ha confermato che la ricerca è conclusa: "Abbiamo esaminato tutte le informazioni a nostra disposizione, oltre a sapere quali apparecchiature di emergenza erano presenti a bordo e abbiamo preso la difficile decisione di terminare la ricerca. Capisco che la famiglia di Emiliano Sala non si accontenti della decisione di interrompere la ricerca e lo capisco perfettamente ma sono assolutamente sicuro che non avremmo potuto fare di più."