Dortmund, Favre ha grandi speranze: “Non ho mai avuto una squadra così forte e talentuosa”

Il tecnico, alla sua terza stagione, vuole provare a insidiare il dominio dei bavaresi.

di Redazione Il Posticipo

Lucien Favre, ha grandi speranze. L’allenatore svizzero del Borussia Dortmund alla sua terza stagione in giallonero è convinto che la sua squadra sia in crescita esponenziale. Nelle ultime stagioni la squadra, dopo un ottimo inizio si è persa per strada, ma, come riporta l’intervista rilasciata a France Football, il tecnico vuole provare a centrare il bersaglio grosso.

GENERAZIONE DI FENOMENI – La convinzione nasce anche dalla consapevolezza di avere un gruppo che, qualitativamente parlando, ha poco da invidiare ai rivali: “Abbiamo molti grandi giovani talenti al Borussia Dortmund. E in tanti sono molto più avanti e maturi, anche calcisticamente, rispetto alla loro età. È un piacere lavorare ogni giorno con così tanti giovani di talento. Hanno ancora grandi margine di miglioramento. Francamente, sta andando molto bene. Raramente ho visto o avuto giocatori così talentuosi “. Essendo giovani, vanno tenuti d’occhio. “Viviamo nell’era dei social. Devono stare attenti a non diventare dipendenti. Conosco allenatori che hanno vietato i cellulari al centro sportivo, ma il vero pericolo è che i calciatori passino le notti davanti ai loro smartphone e se non riposano abbastanza, le prestazioni ne risentono”.

MURO GIALLO – A breve, il Borussia potrebbe anche ritrovare i suoi tifosi. Il muro giallo è una componente fondamentale, specie a Dortmund, dove la spinta si avverte sin quasi a… spostare gli avversari. “Giocare senza spettatore ti dà la sensazione di essere in allenamento. Abbiamo dovuto fare i conti e adattarci a questa situazione. I giocatori hanno impiegato un po ‘di tempo per familiarizzare con una atmosfera che è davvero molto particolare. Forse alcuni di loro si sentono un po ‘più a loro agio con meno pressione, ma ha bisogno del pubblico. Vogliamo che gli spettatori tornino rapidamente. In casa siamo abituati a giocare davanti ad almeno 80.000 spettatori. Ci manca moltissimo il Muro Giallo “.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy