Dopo appena un mese, Domenech è già a rischio: “l’antipatico” di Francia verso l’esonero a Nantes

A volte ritornano, ma forse…farebbero meglio a evitarlo. Questa, in estrema sintesi, sembra essere la storia di Raymond Domenech. L’ex CT della Francia dopo dieci anni di stop ha deciso di accettare di nuovo una panchina, quella del Nantes. Ma la sua nuova avventura rischia già di essere ai titoli di coda…

di Redazione Il Posticipo

A volte ritornano, ma forse…farebbero meglio a evitarlo. Questa, in estrema sintesi, sembra essere la storia di Raymond Domenech. L’ex CT della Francia, che pure ha portato i Bleus a giocarsi la finale di un mondiale contro l’Italia di Lippi, dopo dieci anni di stop ha deciso di accettare di nuovo una panchina, quella del Nantes. Per il transalpino non si prospettava certo facile, anche considerando che erano quasi trent’anni che non prendeva in mano una squadra di club, ma la stagione del club bretone sta andando così male che a un mese dalla sua assunzione c’è già il rischio che l’ex commissario tecnico venga licenziato. Non proprio il ritorno in grande stile che Domenech sognava.

CRITICHE – Il Nantes è diciassettesimo, in piena lotta per la retrocessione. E l’arrivo di Domenech non ha certo portato la ventata di ottimismo che la società si aspettava, anzi. Come riporta AS, persino i calciatori hanno cominciato a lamentarsi. “Giochiamo con le mani in tasca”, ha spiegato il terzino Traorè dopo la sconfitta contro il Metz. Il tecnico dal canto suo ha risposto come suo solito: “Non sono d’accordo, non è questione di ambizione, siamo tutti quanti delusi ed è normale”. Ma l’idea a Nantes è che l’ex CT dei Galletti sia…bollito. Certo, le sue solite dichiarazioni in pompa magna non hanno sicuramente aiutato, come quando ha spiegato che avrebbe volentieri acquistato Maradona, ma purtroppo Diego…è morto.

(Photo by Clive Rose/Getty Images)

GENESIO – I tifosi non hanno apprezzato l’ironia e di certo non apprezzano i risultati, al punto che dopo l’ennesima partita senza vincere (è la dodicesima, record negativo per il Nantes) hanno accolto la squadra agli allenamenti con…musica da circo. E la panchina di Domenech già traballa, con qualcuno pronto a prendere il suo posto. In un’intervista a Telefoot ha parlato Bruno Genesio, tecnico del Lione tra il 2015 e il 2019. E le sue dichiarazioni non sono certo positive per l’ex CT: “Il mio ritorno in Ligue 1 non è così impossibile. Sono in contatto con una squadra che non è il Lione”. Insomma, tempi duri per “l’antipatico” del calcio francese. Che dopo l’ammutinamento della nazionale del 2010 rischia di nuovo un tracollo epocale…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy