Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Dopo anni di scontri, Casillas…è d’accordo con Mou: “Sui ‘porquè’ aveva ragione al 200%”

 (Photo by Jasper Juinen/Getty Images)

Quello tra Casillas e Mourinho è sempre stato un rapporto perlomeno particolare. Eppure i due qualcosa in comune ce l'avevano... L'anti-barcellonismo!

Redazione Il Posticipo

Quello tra Casillas e Mourinho è sempre stato un rapporto perlomeno particolare. Lo spagnolo e il portoghese hanno diviso lo spogliatoio nei tre anni dello Special One al Bernabeu e lo scontro con il tecnico è stato uno dei motivi per cui il campione del mondo e d'Europa ha lasciato la Casa Blanca. Poi, nel corso degli anni, i due non si sono mai risparmiati alcune frecciatine, fino a che Saint Iker non ha rischiato la vita a causa dell'infarto che lo ha colpito nel maggio 2019. Poi, evidentemente, l'ascia di guerra è stata seppellita, perchè i due si sono resi conto che le cose importanti nella vita sono altre. E poi, qualcosa in comune i due ce l'avevano...

SCONTRO - Mou, si sa, quando diventa allenatore di una squadra si inserisce totalmente nel modo di pensare del club che lo assume. E quindi, nonostante abbia lavorato al Barcellona e abbia conosciuto il Pep Guardiola calciatore, quando si è ritrovato al Bernabeu è diventato il più grande madridista del mondo. Nelle tre stagioni in Spagna, poi, dall'altro lato c'era il Barça di Pep, quello in grado di vincere tutto e anche di più, lasciando ai Blancos soltanto una Liga, conquistata tra l'altro con tantissima fatica. Quel periodo, un qualcosa su cui sono tutti concordi, è quello in cui lo scontro in campo e fuori tra i due club è stato più forte. Basterebbe ripensare alla sequenza dei "porquè" nella conferenza stampa del portoghese dopo un match di Champions vinto dai blaugrana.

PORQUÈ - Un qualcosa che a Casillas è piaciuto eccome. Il programma di Movistar "Guerra de Clasicos" ha mostrato il commento dell'ex portiere a quelle leggendarie dichiarazioni di Mou. "Se io dico a lei e alla Uefa quello che penso e quello che sento, la mia carriera finisce oggi. E siccome non posso dire quello che sento, ho solo una domanda. E spero, un giorno, di avere una risposta. La domanda è: perché? Perché? Perché Ovrebo? Perché Busacca? Perché De Bleeckere? Perché Frisk? Perché Stark? Perché? Perché ad ogni semifinale accade sempre lo stesso? Perché Ovrebo da tre anni? Perché il Chelsea non è potuto andare in finale?". E alla domanda se Casillas fosse d'accordo con quanto detto, la risposta dello spagnolo è lapidaria: "Assolutamente d'accordo. Al 200%". E di certo, anche nel momento di maggior scontro con lo Special One, questo non è mai cambiato!