Domenech se la ride e punge l’Atalanta: “Grazie a Gasp per i cambi nel finale, che gli allenatori italiani siano i migliori resta una leggenda…”

Raymond Domenech ha il dente avvelenato con il nostro paese. Il francese era il CT della Francia che ha perso il mondiale contro gli azzurri di Lippi ed evidentemente non gli è davvero sembrato vero poter mettere il dito nella piaga una volta che il signor Taylor ha fischiato la fine, sancendo l’eliminazione dell’Atalanta…

di Redazione Il Posticipo

Il sogno della Dea termina quando sembrava ormai quasi fatta. Contro il Paris-Saint Germain l’Atalanta mette in scena un remake indesiderato del match tra Bayern Monaco e Manchester United del 1999, arrivando all’indicazione del recupero in vantaggio e finendo tra le lacrime. Pasalic illude, ma prima Marquinhos e poi Chopo-Moting mettono la firma su una rimonta ormai inattesa e che spezza il cuore ai tantissimi che stavano spingendo la squadra di Gasperini verso una semifinale da leggenda. Ma se in Italia quasi tutti stavano tifando per Papu Gomez e compagni, in Francia c’è qualcuno che si è divertito tantissimo a vedere l’Atalanta credere nell’impresa e poi cadere a tempo scaduto.

DENTE AVVELENATO – Raymond Domenech, del resto, ha il dente avvelenato con il nostro paese. Il francese era il CT della Francia che contro gli azzurri di Lippi ha perso ai calci di rigore la finale del mondiale 2006. Nel corso degli anni non ha mai risparmiato le frecciatine alle nostre squadre di club e alla nazionale ed evidentemente non gli è davvero sembrato vero poter mettere il dito nella piaga una volta che il signor Taylor ha fischiato la fine, sancendo l’eliminazione dell’Atalanta. E quindi l’ex commissario tecnico dei Bleus ha preso in mano il suo account Twitter e ha postato un messaggio che ha…mandato su tutte le furie tutta l’Italia.

I CAMBI – “Complimenti al PSG per questa bella emozione e grazie a Gasperini per i suoi cambi a fine partita. Questo dimostra che la leggenda che i tecnici italiani siano i migliori resta una leggenda. Tuchel ha fatto meglio”. Verrebbe da far notare a Domenech che Tuchel, per dirne una, non è francese ma tedesco, ma forse per punzecchiare gli italiani va bene anche un successo…degli altri acerrimi nemici. La citazione dei cambi, riferendosi all’ingresso del giovane classe 2000 Da Riva per uno stremato Zapata e all’impossibilità di poter sostituire Freuler, che ha terminato il match zoppicando vistosamente, è però la cosa più indelicata nei confronti di Gasp e dell’impegno dei calciatori della Dea. E va bene che il calcio è anche sfottò, ma forse era meglio gioire per una rimonta inattesa e limitarsi a quello…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy