Domenech, niente Serbia: l’ex CT della Francia del 2006 torna ad allenare un club al Nantes

Molti allenatori, dopo lunghi congedi, tornano a dirigere una squadra. L’ultimo della lista è Raymond Domenech che tornerà ad allenare un club di Ligue 1 dopo 27 anni.

di Redazione Il Posticipo

Per un appassionato, stare lontano dal calcio non è facile. Ci sarebbero tantissime storie da raccontare a riguardo. Calciatori che tornano in attività dopo il ritiro o che pur cambiando ruolo, restano all’interno del mondo del calcio. Ma ci sono ruoli che una volta lasciati non è mai troppo tardi per riassumerli. Lo dimostrano anche molti allenatori che dopo lunghi congedi tornano a dirigere una squadra. L’ultimo della lista è Raymond Domenech, che tornerà ad allenare un club di Ligue 1 dopo 27 anni.

IL RITORNO – A riportare la notizia del nuovo incarico è l’agenzia France Presse, riportata da RMC Sport. L’ex commissario tecnico della nazionale vicecampione del mondo del 2006 torna in panchina dopo 10 anni di inattività. A 68 anni di età non è di certo il più anziano in circolazione e ha ancora tutto il tempo di fare bene con la sua nuova squadra, il Nantes.  Ma il suo digiuno, se si parla di panchine di club è molto, molto più lungo. La sua ultima esperienza in un club risale all’ormai lontano 1993 quando allenava il Lione. Subito dopo è stato nominato allenatore della nazionale under-21 e da lì è cominciata la sua florida carriera con i galletti nei vari livelli.

(Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

LE STELLE IN BRETAGNA – L’unica preoccupazione dei giocatori del Nantes, però, non sarà quella di allenarsi e giocare bene. Né quella di attenersi a chissà quale codice etico. L’importante è che gli astri non influiscano sul loro segno zodiacale o l’ascendente. Sì, perché una delle peculiarità controverse di cui spesso si è parlato a riguardo dell’ex CT della Francia è proprio la sua attenzione quasi ossessiva all’oroscopo dei suoi giocatori. La lettura degli astri, secondo lui è un chiaro segnale di chi renderà meglio o peggio in campo. La sua speranza, presumibilmente, è che abbia a disposizione molti giocatori per ruolo, possibilmente di segni zodiacali diversi, nella sua nuova esperienza lungo il corso della Loira in Bretagna.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy