Disavventura a lieto fine per Zidane: tampona la macchina davanti a lui ma il guidatore…gli chiede un selfie

Disavventura a lieto fine per Zidane: tampona la macchina davanti a lui ma il guidatore…gli chiede un selfie

A Zizou si perdona decisamente tutto, anche poca perizia alla guida. A raccontarlo è Ignacio Fernández, che mentre se ne andava in giro con la sua macchina dalle parti di Valdebebas, vicino alla Ciudad Deportiva del Real, si è sentito toccare il veicolo. E a tamponarlo…è stato proprio il francese.

di Redazione Il Posticipo

Chi non vorrebbe conoscere Zinedine Zidane? Pallone d’Oro 1998, campione del mondo e d’Europa, stella della Juventus e del Real Madrid. E questo…solo da calciatore. Da allenatore, se possibile, ha fatto anche meglio, vincendo tre Champions consecutive sulla panchina dei Blancos. E quindi a Zizou si perdona decisamente tutto, anche poca perizia alla guida. A raccontarlo a La Voz de Galicia è Ignacio Fernández, che mentre se ne andava in giro con la sua macchina dalle parti di Valdebebas, vicino alla Ciudad Deportiva del Real, si è sentito toccare il veicolo. E a tamponarlo…è stato proprio il francese.

TUTTO OK – Un incontro che per chiunque sarebbe stato organizzato dal fato. E anche Ignacio non crede ai suoi occhi. “Non appena è sceso l’ho riconosciuto e gli ho detto ‘avrei preferito conoscerti in altre circostanze, ma va bene così”. Di certo il galiziano ha capito subito che ogni problema alla sua vettura sarebbe stato risolto… “Quando ho visto che era Zidane mi sono tranquillizzato, almeno sapevo che sicuramente mi avrebbero pagato tutti i danni. Gli ho dato il mio numero di telefono ma come immaginavo lui non mi ha dato il suo”. E soprattutto si è accordato con il francese per scambiarsi i dati successivamente, per evitare assembramenti di curiosi.

SELFIE – Prima, però, ci vogliono le prove dell’accaduto. “Gli ho chiesto se potevamo farci un selfie, perchè la gente non avrebbe mai creduto che mi aveva tamponato Zidane. Lui è stato gentilissimo e mi ha detto di sì. Si è tolto il cappello e ci siamo fatti una foto. Gli ho anche detto che se voleva potevamo far finta che non era successo niente, potevamo scambiarci le macchine e a posto così”. Comprensibile, visto che l’Audi del francese vale circa 70mila euro… Alla fine è arrivata la chiamata del rappresentante di Zizou, che ha ringraziato Ignacio. “Mi ha detto che Zidane mi era molto grato. Aveva fretta perchè aveva un allenamento ed è stato contento che io non lo abbia trattenuto chiedendo autografi, maglie e biglietti”. Perchè non lo ha fatto? Beh…perchè conosce Zidane ma non è un tifoso! “Gliel’ho detto, a me il calcio non interessa molto”, spiega il galiziano. Ma un selfie con Zizou fa piacere a tutti!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy