Digne ed Everton, tutto chiarito

Come riporta il sito joe.co il calciatore ha chiarito la “paternità” del tatuaggio nel senso più pieno del termine, il “never walk alone” è per i suoi genitori…

di Redazione Il Posticipo

Un tatuaggio è per sempre. E se ne devono accettare le conseguenze se quanto impresso sul corpo possa diventare improvvisamente sgradito. In questo caso, però, Lucas Digne non ha alcuna responsabilità: semplicemente un malinteso che è stato immediatamente chiarito.

 

EVERTON – L’esterno basso francese, appena acquistato dall’Everton, ha un tatuaggio. E vi è scritto: “never walk alone”. “Non camminerai mai solo”. Quanto basta per irritare i tifosi della sua nuova squadra. Beh, quello è lo stemma che campeggia ad Anfield ed è il motto, nonché l’inno degli odiati rivali del Liverpool. E allora, meglio chiarire prima che l’adattamento alla squadra e soprattutto all’ambiente si faccia complicato.

 

SPIEGAZIONI – Le spiegazioni sono arrivate immediatamente: il calciatore ha spiegato che da bambino, al mio primo giorno a scuola quando mi hanno regalato una collana con queste parole. E a diciotto anni, quando ho lasciato casa, ho fatto un tatuaggio per i miei genitori, affinché mi sentissi meno solo”. E come riporta il sito joe.co il calcatore chiude con una chiosa maliziosa che farà sicuramente piacere ai propri tifosi con una risposta piccata ai tifosi red: “Forse a Liverpool sono arrabbiati con me perché per due volte ho detto “no” ai reds”. Insomma, il derby è già cominciato.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy