“Difensore di m***a!”: Robertson chiude Twitter dopo gli insulti per il fallo su Callejon

“Difensore di m***a!”: Robertson chiude Twitter dopo gli insulti per il fallo su Callejon

A passare da fenomeno a brocco ci vuole davvero poco. E non basta neanche poter mostrare una medaglia della Champions, peraltro conquistata da assoluto protagonista, per essere al riparo dalle critiche. Ma gli insulti non sono mai accettabili e il calciatore del Liverpool ha deciso di chiudere Twitter.

di Redazione Il Posticipo

A passare da fenomeno a brocco ci vuole davvero poco. E non basta neanche poter mostrare una medaglia della Champions, peraltro conquistata da assoluto protagonista, per essere al riparo dalle critiche. Ma questo è il calcio e chiunque giochi ad un certo livello sa benissimo che non si scappa da questo tipo di processi. Dalle critiche agli insulti, però, ce ne passa eccome. E persino uno dei simboli del Liverpool di Klopp si è stancato di essere preso di mira. Di conseguenza, come riporta il Sun, lo scozzese Robertson, terzino dei Reds, ha deciso di abbandonare Twitter.

ERRORE – Il difensore non è il primo e non sarà certo l’ultimo, ma la sua scelta fa abbastanza rumore. Del resto lo scozzese è stato uno degli eroi quasi sconosciuti della cavalcata dei Reds, passando dal dichiarare che “la vita fa schifo” quando non riusciva a giocare neanche nelle serie inferiori del suo paese, fino a diventare l’uomo degli assist di Klopp. Ma i tifosi, si sa, hanno la memoria corta. Ed è bastato l’intervento scomposto di Robertson su Callejon, quello che ha causato il calcio di rigore del vantaggio del Napoli, per trasformare l’esterno nel capro espiatorio di una sconfitta forse inattesa.

INSULTI – E quindi via con gli insulti, da “non impari mai, sei sempre così f**********e irruento”, passando per un “tornatene all’Hull City, calciatore di m***a” e terminando con una sfilza di emoticon con il dito medio. Il terzino, quindi, ha deciso di evitare gli haters chiudendo il profilo, risparmiandosi perlomeno le notifiche delle menzioni. Ma forse qualcuno dei messaggi gli avrebbe fatto piacere. Come quello di un utente, che chiosa: “Andy Robertson, forse il miglior terzino sinistro del mondo, ha dovuto disattivare il suo account Twitter per gli insulti che ha ricevuto per la sua prima brutta partita in diciotto mesi. È un esempio di quello che non va nei tifosi moderni. Alcuni non si meritano un giocatore come lui”. Qualcuno lo capisce, qualcun altro un po’ meno…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy