Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Dietrofront Real Madrid: Mbappé è stato un sogno, adesso si punta Håland

(Photo by Alex Grimm/Getty Images)

Il club del presidente Florentino Perez pensa a pianificare la prossima stagione e sogna di mettere a segno un grande colpo. A lungo il primo nome sul taccuino degli spagnoli è stato Kylian Mbappé, però adesso Erling Braut Håland è in prima fila

Redazione Il Posticipo

Kylian Mbappé oppure Erling Braut Håland. Il Real sfoglia la margherita, anche se all'interno della Casa Blanca  le idee sembrano sempre più chiare. E portano dritte verso la Germania, abbandonando la pista che portava a Parigi. Questione non solo di costi, ma anche di opportunità.

SOGNO FRANCESE - Come riportato dal Sun, il Real ha pensato per lungo tempo al 21enne Mbappè. E la stella del PSG, secondo il quotidiano britannico, è già stato vicino agli spagnoli la scorsa estate, anche se poi non se ne è fatto niente. Poi qualcosa è cambiato. Il Campione del Mondo è finito nell'ombra complice l'esplosione del 19enne Håland sfidato nell'andata degli ottavi di Champions League. Secondo quanto riportato dal tabloid, quella notte sarebbe scoccata la scintilla. E il Real avrebbe messo gli occhi sulla stellina giallonera che ha segnato 12 gol in appena 8 partite disputate con la sua nuova squadra.

FATTORE CLAUSOLA - Un innamoramento che porterebbe a un matrimonio molto meno... costoso. Lo scorso gennaio il Dortmund ha speso 20 milioni di euro per acquistare il giocatore dal Salisburgo: pochi rispetto ai 300 milioni che il Psg chiede per lasciar partire la sua stella. Il norvegese ha segnato una doppietta al Psg in Champions confermando quanto di buono fatto col Salisburgo nella stessa competizione. Il contratto del francese scade nel 2022, quello del norvegese nel 2024. A differenza di Mbappé, però Håland ha una clausola nell'accordo: fra due estati basteranno 75 milioni per portarlo via dalla Germania, una cifra vantaggiosa rispetto a quella che bisognerebbe sborsare per prendere il campione del mondo. In questo senso Psg-Borussia Dortmund potrebbe essere decisiva:  un'altra occasione per vedere entrambi all'opera. E al fischio finale il presidente Perez potrebbero prendere una decisione.