“Mangia, allenati, riposati per il calcio”. Il mantra di Llorente

Il calciatore è tornato a parlare a ridosso della ripresa  del campionato spagnolo.

di Redazione Il Posticipo

Mangia, gioca, riposati. Il mantra di Marcos Llorente, giocatore dell’Atlético de Madrid, ormai divenuto l’eroe di Anfield. Il calciatore è tornato a parlare a ridosso della ripresa  del campionato spagnolo. Il calendario della Liga ha fissato il primo appuntamento al San Mamés contro l’Athletic Bilbao. Sfida molto fisica.  Nessun problema per lui, che, come riportato da AS, si è presentato in perfetta condizione in vista della ripresa del campionato.

PRONTO – Llorente ha uno stile di vita legato esclusivamente alla performance agonistica. Se non fosse stato calciatore, avrebbe comunque vissuto da atleta. E per questo cura con aspetto quasi maniacale preparazione fisica e alimentazione. “Devi sempre essere pronto a essere al cento per cento per aiutare la squadra quando sarà il momento. Non abbiamo mai passato così tanto tempo senza campionato, ma è stato comunque necessario occuparsi di questioni come alimentazione riposo e recupero. Siamo senza impegni agonistici da molto tempo, non abbiamo avuto il tempo di preparare bene le partite e per questo ogni aspetto  deve essere curato nei minimi dettagli. Nel mio caso, mangio per il calcio, mi riposo per il calcio e mi alleno per il calcio”. Un professionista esemplare.

ANFIELD – Nell’immaginario collettivo dei tifosi colchoneros Llorente è l’uomo della provvidenza. I suoi gol hanno eliminato il Liverpool e proiettato ai quarti l’Atletico dopo una vittoria storica ad Anfield. “È stata una notte incredibile. Per la squadra e i tifosi. C’è stato un momento nella partita in cui il risultato ci penalizzava, ma siamo comunque restati in partita trovando anche il modo di essere offensivi. E con due giocate siamo riusciti a segnare quei gol necessari per raggiungere la vittoria e la qualificazione. Credo che se lo aspettassero davvero in pochi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy