Diego Lopez: “La squadra mi piace. Balotelli? Il gruppo ha preso una strada, Mario un’altra”

Prova d’orgoglio del Brescia che resiste alla Fiorentina e porta a casa un punto che sa di dignità.

di Redazione Il Posticipo

Un buon Brescia, reduce da tante polemiche, al Franchi strappa un pareggio in casa della Fiorentina. La squadra rimane comunque staccata in classifica ma raccoglie un punto che ha il sapore della dignità  nella sfida in casa dei viola. Diego Lopez analizza così la sfida ai microfoni di Sky Sport.

ORGOGLIO – Due punti persi o uno guadagnato, considerando la superiorità numerica. “Abbiamo giocato una buona partita d’attesa, ben organizzati e con molta voglia. Non pensiamo alla classifica siamo consapevoli della nostra situazione. Poi in superiorità numerica dovevamo tener palla, falla girare, invece loro hanno avuto più occasioni di noi. Dopo tante sconfitte, probabilmente abbiamo pensato a non perdere. Il pareggio fa bene al morale, per ora è importante soprattutto per la testa. Adesso dobbiamo solo pensare a recuperare le forze in vista del Genoa”

BALOTELLI –  Una buona prova senza Balotelli: “Ha bisogno di tempo. Senza di lui la squadra ha giocato e lavorato bene. Mario sa che deve lavorare come tutti gli altri. Ci ho parlato molto, sa quello che fa, siamo tutti grandi non posso allenare solo lui. Ognuno è responsabile delle sue azioni. Senza la sua presenza, la squadra mi è piaciuta ugualmente. Credo sia questa la strada da percorrere. Tutti insieme, senza fare sconti a nessuno. Penso sia chiaro che un allenatore non debba guardare a un singolo giocatore. Il gruppo ha preso una strada, Mario un’altra lui lo sa ci ho parlato e mi ha detto che ho ragione”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy