Diego Costa al Palmeiras? Il tecnico dei brasiliani smentisce: “Ogni giocatore che viene dall’Europa lo associano a noi…”

Il centravanti, che ha rescisso il suo contratto con l’Atletico Madrid a fine 2020, è uno di quelli che nella sessione invernale del mercato non ha trovato una collocazione. Il ritorno in campo sembrava vicino, visto l’interesse del Palmeiras, ma ci pensa il tecnico dei campioni del Sudamerica a smentire qualsiasi trattativa.

di Redazione Il Posticipo

Chi trova uno svincolato di livello trova un tesoro, soprattutto se lo svincolato in questione si chiama Diego Costa. Il centravanti, che ha rescisso il suo contratto con l’Atletico Madrid a fine 2020, è uno di quelli che nella sessione invernale del mercato non ha trovato una collocazione. Colpa, sussurrano dalla Francia, di richieste troppo esose fatte al Marsiglia (quando c’era ancora Villas Boas) e della decisione di tornarsene in Brasile per un po’. L’unica maglia con cui è stato visto l’attaccante, infatti, è quella dell’Atlético de Alagoinhas, il club della sua città natale, che lo ha invitato ad assistere a un’amichevole.

NESSUNA TRATTATIVA – Il ritorno in campo sembrava comunque vicino, visto l’interesse del Palmeiras, ma ci pensa il tecnico dei campioni del Sudamerica (che hanno fatto una figuraccia al mondiale per club, arrivando addirittura quarti) a smentire qualsiasi trattativa. Abel Ferreira ha parlato con ESPN e ha spiegato che qualsiasi voce che riguarda il possibile arrivo di Diego Costa al club di San Paolo è…propaganda. “Vedo spesso che i calciatori che arrivano dall’Europa sono sempre associati al Palmeiras. Quello che posso garantirvi è che non c’è in corso nessuna trattativa per questo calciatore. Assolutamente nessuna! Io penso ai centravanti come ai portieri, ritengo sia un ruolo molto specifico. E abbiamo già tre centravanti, esattamente come abbiamo tre portieri”. Quindi, a meno di non vedere Diego Costa in un’altra porzione di campo, questo trasferimento non s’ha da fare.

PROPAGANDA – Il tecnico del Verdao poi si arrabbia anche un po’, considerando che nel corso degli ultimi mesi sono stati avvicinati al Palmeiras anche altri…reduci del Vecchio Continente, come Mario Balotelli. “Ho notato che il Palmeiras funziona come mezzo di propaganda. Spesso agenti e calciatori aggiungono nelle discussioni il nome del Palmeiras, perchè funziona come un’esca. Butti l’amo e di solito qualche pesce abbocca. E su questo voglio essere chiaro: i nostri piani di mercato per la prossima stagione sono stati completati un bel po’ di tempo fa e sono già stati consegnati alla dirigenza”. Insomma, di spazio per l’ex Colchonero non sembra essercene. Per la gioia dei club europei, alcuni dei quali (come quelli italiani) sono ancora in tempo per tesserarlo e fargli finire la stagione. E si sa, chi trova un Diego Costa può trovare un tesoro…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy