Diamanti non sa più vincere: arriva un’altra sconfitta per il suo Western United

Il giro del mondo del pallone di Alessandro Diamanti continua, ma la fermata dall’altro capo del globo non sta regalando gioie all’ex azzurro. In Australia è un brutto momento per la squadra del toscano, che incamera la seconda sconfitta consecutiva e il terzo match senza vittorie…

di Redazione Il Posticipo

Il giro del mondo del pallone di Alessandro Diamanti continua, ma la fermata dall’altro capo del globo non sta regalando gioie all’ex azzurro. Il Western United, che si è assicurato i servigi del trequartista toscano per questa stagione di A-League, non sa più vincere. Anzi, nel match valido per la settima giornata contro i Central Coast Mariners, l’ex squadra di Usain Bolt, Diamanti e compagni subiscono la seconda sconfitta consecutiva, che aggiunta al pareggio alla quinta porta a tre il totale delle partite senza i tre punti. A risolvere il match un altro calciatore dal nome molto italiano ma dal passaporto australiano, Giancarlo Gallifuoco.

FILOTTO NEGATIVO – Un periodo non proprio felice dunque per il capitano del Western United, che pure prima di questo filotto negativo aveva lasciato intravedere alcuni dei motivi per cui il club ha puntato su di lui. Sempre in campo in tutte e sette le partite, finora Diamanti ha regalato solo una rete e un assist. Non un rendimento da superstar, ma abbastanza per portare in dote alla sua squadra sei dei dieci punti accumulati finora. Il gol ha dato il via alla rimonta contro il Melbourne Victory, con la squadra di Diamanti che ha recuperato il 2-0 subito nel primo quarto d’ora e ha portato a casa il match per 2-3.

ESPERIENZA ALL’ESTERO – L’assist invece è arrivato nel match casalingo contro i Western Sydney Wanderers, sempre per dare il via alla rimonta, da 0-1 a 2-1, regalando il momentaneo secondo posto alla sua squadra. Poi però è arrivato il digiuno e ora il Western United è quinto, a metà classifica, con tre vittorie, un pareggio e tre sconfitte. Non i risultati sperati per Diamanti, che in fondo nelle sue esperienze all’estero ha spesso fatto bene. Basterebbe pensare che l’unico titolo in bacheca per il toscano è quello vinto in Cina con il Guangzhou Evergrande di Marcello Lippi. In ogni caso per conquistare l’Australia c’è tempo, visto che la A-League è appena partita.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy