Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Diallo, la scommessa vinta di Solskjaer con la benedizione di… Ferdinand

(Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

La storia di Amad Diallo potrebbe benissimo essere raccontata in un film.

Redazione Il Posticipo

Diallo, una vita di corsa. Dall'Atalanta al Manchester United ad appena diciotto anni. La storia di Amad Diallo potrebbe benissimo essere raccontata in un film. I Red Devils si sono innamorati dell'ex calciatore della Dea, al punto da acquistarlo già lo scorso ottobre e attendendo spasmodicamente di poterlo portare al centro sportivo di Carrington. L'Atalanta ha provato a trattenerlo fino a fine stagione, ma gli inglesi non hanno voluto sentire ragioni.

ESORDI - Anche perché Diallo ha immediatamente dimostrato che chi aveva avuto fretta, ci aveva visto giusto. Esordio doppietta e assist con lo United U23 contro il Liverpool, dimostrando, agli occhi dei tifosi un certo... buongusto. Un vero e proprio prodigio che il Manchester United aspettava in prima squadra con ansia. Solskjaer l'ha visto e ne è rimasto impressionato anche se lo ha dosato con il contagocce. Andando incontro anche a qualche critica fino a che non è stato inserito in pianta stabile tra i "grandi". E in effetti, dopo il primo assaggio con la Real Sociedad, il ragazzo, schierato con un maggiore minutaggio, ha immediatamente ripagato la fiducia del suo allenatore segnando il gol del vantaggio dei Red Devils.

 BERGAMO, ITALY - DECEMBER 01: Cristian Romero #17 of Atalanta BC celebrates his goal with his team-mate Diallo Amad Traore (L) during the UEFA Champions League Group D stage match between Atalanta BC and FC Midtjylland at Gewiss Stadium on December 1, 2020 in Bergamo, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

PREVISTO - Solskjaer si era già detto impressionato dalle sue capacità.  L'investitura era arrivata anche da un grande ex dello United: Rio Ferdinand. Una delle colonne dell'era Ferguson, ha parlato di Diallo appiccicandogli anche un'etichetta non proprio leggerissima. "Il pensiero del Manchester United è di essersi assicurati una gemma nascosta. Non voglio mettergli pressione nominando Cristiano Ronaldo, ma nessuno conosceva Cristiano quando lo abbiamo comprato, escludendo la gente in Portogallo. In questo senso, la storia di Diallo è molto simile e vedendolo in campo e sentendo come parlano di lui, può diventare uno dei migliori al mondo se decide di lavorare seriamente".

Potresti esserti perso