Diallo esordisce, ma Scholes e Hargreaves…hanno aspettative alte: “Visto quanto è stato pagato, speriamo che…”

Finalmente il momento tanto atteso dai tifosi del Manchester United è arrivato. Amad Diallo, talento classe 2002 strappato all’Atalanta a suon di milioni di sterline, ha fatto il suo esordio con la prima squadra dei Red Devils.Ora però a Diallo tocca…convincere una platea un po’ più scettica: quella dei grandi ex dello United.

di Redazione Il Posticipo

Finalmente il momento tanto atteso dai tifosi del Manchester United è arrivato. Amad Diallo, talento classe 2002 strappato all’Atalanta a suon di milioni di sterline, ha fatto il suo esordio con la prima squadra dei Red Devils. Solskjaer gli ha concesso una decina di minuti nel finale del match contro la Real Sociedad, che gli inglesi hanno stravinto per 0-4. Non c’è stato troppo tempo per vedere l’ivoriano, che nelle prime partite giocate con l’Under-23 si è meritato il soprannome di…”Ronaldo 2″, ma i supporter sono comunque felici che il tecnico abbia deciso di far provare al ragazzo l’ebbrezza del debutto. Ora però a Diallo tocca…convincere una platea un po’ più scettica: quella dei grandi ex dello United.

SCHOLES – Dalla sua parte l’ex Atalanta ha sicuramente Rio Ferdinand, che ha già fatto qualche paragone proprio con CR7. Eppure nel post-partita due ex centrocampisti come Paul Scholes e Owen Hargreaves si sono complimentati con il ragazzo ai microfoni di BT Sport, esprimendo però qualche perplessità. O almeno, gettando acqua sul fuoco di aspettative che al momento per Diallo sono enormi. Scholes ha sottolineato l’impossibilità di giudicarlo da un breve cameo: “Non lo abbiamo visto troppo, no? Sembra un calciatore di talento, la scorsa settimana con l’Under-23, ha fatto un gol e un paio di assist. Ha un bel sinistro. È veloce? Non ne sono sicurissimo, non l’ho ancora visto bene. Credo sia un calciatore creativo. Ma ha appena 18 anni, diamogli tempo e speriamo faccia bene”.

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

HARGREAVES – Insomma, l’ex pupillo di Ferguson predica calma. Hargreaves, dal canto suo, si concentra di più sulla pressione posta sulle spalle dell’ivoriano dal prezzo del suo cartellino. “Quando compri un calciatore per una somma del genere, vuoi che abbia un impatto. Ovviamente lo United crede in lui, ecco perchè oggi era in panchina ed è anche entrato. Martial e Rashford sono un esempio di quello che ci si aspetta da lui, ma visto quanto è stato pagato il club si aspetta che faccia molto bene. Se facciamo paragoni con Sancho, parliamo di un giocatore che ha già fatto vedere di essere di categoria superiore. Ma Diallo ha appena cominciato, speriamo che in futuro dimostri di essere qualcosa di speciale”. E se l’inglese voleva diminuire la pressione…la missione sembra miseramente fallita

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy