Diallo brucia le tappe: possibile esordio in FA Cup

Passato allo United dall’Atalanta a gennaio, Diallo doveva restare in seconda squadra. Solskjaer l’ha convocato in prima squadra per l’FA Cup.

di Redazione Il Posticipo

Diallo, una vita di corsa. Dai dilettanti al calcio che conta. E poi dall’Atalanta al Manchester United. Esordio e gol dopo pochi minuti nell’under 23 e un futuro tutto da scrivere. Il ragazzo, nei progetti dei Red Devisl, era sbarcato a Manchester per accumulare minuti ed esperienza nell’Under 23, in modo da familiarizzare con il calcio inglese. Dopo la pruma uscita, però, sembra che il ragazzo e l’Inghilterra si frequentassero da tempo. Quanto basta per convincere Solskjaer a convocarlo in prima squadra.

CONVOCATO – Come riporta il Sun, il diciottenne ivoriano è stato fotografato nel pomeriggio all’arrivo in Hotel insieme alla squadra. Il Manchester United, in serata, affronterà il West Ham per la sfida valida per il quinto turno di FA Cup. Anche il Manchester Evening News conferma la presenza di Amad Diallo nella lista dei convocati e con questa mossa Solskjaer sorprende tutti. Anche se stesso. “Gli servirà ancora un po’ di tempo per crescere dal punto di vista fisico e ambientarsi al calcio inglese, ma l’attesa non sarà lunghissima“, così aveva detto il norvegese il 30 gennaio, ma difficilmente immaginava che l’attesa fosse così breve.

BERGAMO, ITALY – DECEMBER 01: Cristian Romero #17 of Atalanta BC celebrates his goal with his team-mate Diallo Amad Traore (L) during the UEFA Champions League Group D stage match between Atalanta BC and FC Midtjylland at Gewiss Stadium on December 1, 2020 in Bergamo, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

ESORDIO – D’altronde, questa investitura per il ragazzo non arriva per caso. Il diciottenne si è impegnato tantissimo ed è rimasto umile giocando in seconda squadra dove, però, è risultato un fuori categoria. All’esordio ha fatto una doppietta e un assist. La settimana successiva ha segnato una volta e fatto segnare tre volte i compagni. Lo United lo avrà anche pagato tanto per l’età che ha ma, considerando i risultati, che almeno in seconda squadra si sono fatti vedere immediatamente, il ragazzo merita una possibilità.  Solskjaer lo tiene d’occhio anche perché ha tutto l’interesse a sfruttare queste doti straordinarie pur cercando di gestirlo al meglio. E tutto lascia credere che possa scendere in campo nel calcio dei grandi.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy