Di Maria infiamma il mercato: “Sogno di giocare con Messi. Se arriva mia moglie mi ha detto che resteremo”

Il Fideo in una intervista rilasciata a TYC confida il sogno di giocare con Messi anche in una squadra di club.

di Redazione Il Posticipo

Di Maria infiamma il mercato. Il Fideo in una intervista rilasciata a TYC confida il sogno di giocare con Messi anche in una squadra di club. E la presenza della pulce sarebbe anche un motivo in più per non lasciare Parigi. Ordine… della moglie.

SOGNO – Di Maria ha parlato del suo passato con la nazionale argentina compreso il doloroso epilogo della finale del 2014 persa contro le Germania. E poi si è concentrato sul presente. A proposito di albiceleste, potrebbe, e, soprattutto, vorrebbe, ritrovare Messi come compagno di squadra di club. “Ho sempre avuto il sogno di giocare con lui in una squadra. Giocare in Nazionale è bello, ma il tempo che passiamo insieme in campo è limitato. Mi piacerebbe molto condividere la quotidianità con lui. Ho avuto la possibilità di raggiungerlo, qualche mese fa, al Barcellona, ma non si è concretizzata”.

FUTURO – E adesso il “rischio” è di ritrovarsi al PSG. Ammesso che Di Maria voglia rinnovare. Il contratto è in scadenza e non ci sono ancora segnali di rinnovo. In questa ottica, la presenza di Messi potrebbe accelerare la trattativa. “Adesso sembra che ci sia una  possibilità, di giocare insieme, ma il mio contratto qui sta finendo. Non so cosa potrebbe succedere, ma mi piacerebbe che e sarei molto felice. In carriera ho avuto la possibilità di giocare con Cristiano Ronaldo, Neymar, Mbappé. Dopo averlo fatto anche con Leo potrei ritirarmi serenamente. E comunque mia moglie spinge per restare, specialmente se arrivasse Messi. Mi ha già detto che se arriva Leo, resteremo e cucineremo insieme una grigliata”.

(Photo by Baptiste Fernandez/Icon Sport via Getty Images)

ARGENTINA – Nel frattempo la colonia argentina si è arricchita di un nuovo elemento. Pochettino. L’obiettivo del Fideo è di chiudere nel migliore dei modi la stagione. “Sono solo molto concentrato su ciò che possiamo ottenere quest’anno. Non ho l’ansia di quando avevo 25 anni. Gestisco ogni momento con serenità e vivo giorno per giorno. E adesso sto bene, sono sereno. Con l’arrivo di Pochettino le cose sono cominciate a migliorate. Evidentemente c’era bisogno di aria nuova.  Abbiamo ripreso a vincere, siamo tornati in testa al campionato e adesso aspettiamo la Champions League. Stiamo lavorando tantissimo, ho buone sensazioni”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy