Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Di Maria e quella storica lite con Van Gaal: “Un giorno non ce l’ho fatta più, sono esploso”

Di Maria e quella storica lite con Van Gaal: “Un giorno non ce l’ho fatta più, sono esploso” - immagine 1
Angel Di Maria prepara il match tra la sua Argentina e i Paesi Bassi ben sapendo che si ritroverà davanti Louis van Gaal. Che Di Maria non si sia trovato bene al Manchester United lo sanno tutti. Che abbia litigato con Van Gaal, anche. Ma perché?

Redazione Il Posticipo

Angel Di Maria prepara il match tra la sua Argentina e i Paesi Bassi ben sapendo che si ritroverà davanti Louis van Gaal, uno dei tecnici con cui in carriera ha legato meno. Anzi, forse dire così è sottovalutare il rapporto tra i due. Che l'attaccante non si sia trovato bene a Old Trafford nella sua unica stagione al Manchester United (quella 2014/15) lo sanno tutti. Che abbia litigato con Van Gaal, anche. Ma perchè? Cosa è successo tra i due? Qualcosa di così grave da portare a una rottura definitiva?

FIDUCIA

—  

Su un video diffuso qualche tempo fa da ESPN, il Fideo ha spiegato cosa è accaduto davvero. "Quando ero al Manchester United ho iniziato bene. I primi due mesi era tutto a posto, poi c'è stata una lite. E si sa, quando si litiga, a volte le cose non tornano più come erano prima. Cambiano i rapporti, il modo di vedersi. E se litighi con l'allenatore, che può decidere di farti o di non farti giocare, è una cosa che ti può distruggere. Poi per fortuna è arrivata la chiamata del Paris Saint-Germain, che mi ha detto che mi avrebbe voluto in squadra. E quando si sente la fiducia del tecnico e dell'ambiente, ci si sente molto più tranquilli e sicuri delle proprie capacità".

PALLE PERSE

—  

Ma quindi, cosa ha fatto sì che un ragazzo tranquillo come Di Maria abbia deciso...di esplodere? Le continue critiche di Van Gaal. "La lite con Van Gaal c'è stata perché mi faceva sempre vedere quando sbagliavo, quando giocavo male e spesso mi rimproverava davanti a tutti. Era convinto che danneggiassi la squadra per la mole di palloni persi in partita. Non ce l'ho fatta più e sono esploso. Gli ho detto che non vedevo il calcio nel modo in cui lui lo intendeva ma a Van Gaal il mio atteggiamento non è piaciuto e da lì sono nati i problemi". Ora, a distanza di quasi dieci anni, i due si incontrano di nuovo, stavolta sul palcoscenico più importante. E certamente il Fideo avrà tutta l'intenzione di vendicarsi nei confronti di un tecnico che non lo ha mai capito. Ma allo stesso tempo, l'allenatore vorrà dimostrare al calciatore...che in fondo aveva ragione lui!