Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Di Francesco: “Paghiamo l’inferiorità numerica, ma dobbiamo imparare a restare attaccati al risultato”

PARMA, ITALY - DECEMBER 16: Eusebio Di Francesco head coach of Cagliari Calcio gestures during the Serie A match between Parma Calcio and Cagliari Calcio at Stadio Ennio Tardini on December 16, 2020 in Parma, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

Il Cagliari non riesce più a vincere.

Redazione Il Posticipo

Il Cagliari non riesce più a vincere. E neanche a pareggiare. I sardi perdono anche contro il Napoli al termine di una sfida che ha cambiato volto in pochi minuti, complice il pari dei padroni di casa, l'immediato vantaggio degli azzurri e l'espulsione. Di Francesco analizza il match ai microfoni di Sky Sport.

ROSSO - Giocare in dieci non ha certo aiutato, ma la classifica piange. "Il Napoli si è avvantaggiato dopo la nostra inferiorità numerica. Contro una squadra di palleggiatori è complicato, potevamo fare sicuramente meglio in fase difensiva. Abbiamo pareggiato ma abbiamo ripreso gol e mentalmente non ha aiutato. L'espulsione non ci ha certamente aiutato a restare in partita". Otto partite senza vincere: "Mi preoccupa ma c'è tempo e modo per tornare a a fare punti. Avremmo meritato di più prendiamo atto di questa sconfitta, dobbiamo dare qualcosa in più anche nel restare attaccati al risultato. Dobbiamo essere più bravi nell'essere squadra, c'è ancora da lavorare e migliorare".

MERCATO  - L'arrivo di Nainggolan potrebbe migliorare le cose. Ma ci sono anche altri movimenti. Compresa il possibile addio di Pavoletti e l'arrivo di un nuovo centrocampista considerando l'infortunio di Rog. "Non abbiamo parlato di alcuna cessione. Certamente si parla spesso di attaccanti durante il mercato. C'è la possibilità che possa arrivare un altro centrocampista. Nainggolan è un acquisto che avremmo voluto chiudere a prescindere sin dall'inizio della stagione. Il belga non è un sostituto di Rog, ci serve anche altro in mezzo al campo considerando il suo infortunio.  I giocatori di livello e di esperienza, come si è visto, in queste partite diventano indispensabili".