Di Biagio, addio Spal: “Sono in debito con Ferrara, con la società tacito accordo ci siamo salutati”

L’ultima del tecnico si chiude con una nuova sconfitta. E l’ex ct è al passo d’addio.

di Redazione Il Posticipo

Ultima di Gigi Di Biagio sulla panchina della Spal. Ed è finita con l’ennesima sconfitta. Il tecnico ha analizzato in conferenza stampa il 3-1 maturato nella sfida con la Fiorentina.

ESPERIENZA – Una esperienza non certo positiva, quella dell’ex tecnico dell’Under 21 e, per qualche partita, della Nazionale. “L’esperienza è stata negativa, ma la rifarei tutta la vita. Avevo la convinzione di potercela fare e lo abbiamo dimostrato nelle ultime settimane. Nelle ultime settimane sono emersi diversi problemi ma il bilancio resta comunque positivo. Non credo possa capitare una situazione del genere nella vita di un allenatore. Ringrazio comunque la società e chi mi ha scelto. Tutti coloro che mi sono stati vicini. Ho sentito la vicinanza della gente. Sarò sempre in debito con Ferrara e la tifoseria”.

EREDITA’ -Di Biagio sente di aver lasciato comunque una eredità alla squadra emiliana. “Ho provato a lasciare la voglia, la determinazione e la convinzione nel giocare a calcio. Il lavoro paga sempre. La società non mi ha comunicato niente, ci siamo salutati,  c’è stato un tacito accordo con la società”. Si lascia comunque con una sconfitta. “Credo che avremmo dovuto essere più concentrati nel finale di partita. Ma è una storia vecchia che risale ormai da inizio luglio. La squadra ha avuto diversi problemi. Oggi ho avuto anche qualche difficoltà a mettere in campo undici titolari. Mi dispiace di tutto quanto e mando un grandissimo abbraccio a Ferrara”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy