Di Biagio: “Accaduto qualcosa di anomalo, meritavamo di più. Era giusto provarci”

Una sfida senza grandi emozioni, quella fra Spal e Cagliari. E arriva la beffa nel finale.

di Redazione Il Posticipo

Una sfida senza grandi emozioni, quella fra Spal e Cagliari che punisce forse oltre i loro demeriti i padroni di casa.  Al termine di una sfida non indimenticabile, Di Biagio può recriminare sulla grande occasione capitata nel finale a Petagna e sulla beffa finale. Il tecnico della Spal, ormai con un piede e tre dita in B,  ha rilasciato le sue impressioni al termine del match ai microfoni di Sky Sport.

POLVERI BAGNATE  – Gli estensi producono, ma non riescono a concretizzare: c’è poca gente che fa gol. “Un problema atavico, abbiamo provato ad andare a segno con più giocatori. Quanto accaduto oggi è anomalo. Giocare dopo tre mesi e mezzo non è facile. Abbiamo tenuto il ritmo troppo basso, ma forse meritavamo qualcosa in più. Il gol che abbiamo sciupato è una azione che rischia di andare negli almanacchi. Ho visto comunque un gran bel secondo tempo, è un vero peccato potevamo anche vincerla”.

IMPRESA –  Per la salvezza serve una vera impresa. Un colpo difficile da assorbire. “Intanto dobbiamo sperare che le altre non si allontanino troppo. Sapevamo che la nostra situazione era difficile, il calendario adesso si fa proibitivo ma adesso è il momento di reagire”.  Il tecnico ha già incassato la stima della società: “Mi trovo in una società che ha struttura, organizzazione e professionalità. Al di là della fiducia del presidente non devo lavorare per il prossimo anno, ma per quello che sta accadendo. Sono i risultati a fare la differenza. Ho grande volontà di rimanere, ma prima dobbiamo provare a salvarci. La situazione è difficilissima ma non dobbiamo pensare di mollare. Pensiamo al Napoli, poi al Milan e poi vedremo”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy