Deschamps su Thuram: “Suo padre sarà contento, ma è qui perché se lo merita”

Marcus, per la prima volta, è stato convocato dal commissario tecnico

di Redazione Il Posticipo

Thuram torna in nazionale. Marcus, per la prima volta, è stato convocato da Didier Deschamps in vista degli impegni che attendono la nazionale francese attesa dalle sfide contro la Finlandia, il Portogallo e la Svezia. Tre incontri in cui probabilmente il figlio di Lilian avrà l’occasione di indossare la maglia della nazionale. Il CT, che ha vinto il mondiale da giocatore con il padre di Marcus, ha spiegato in conferenza stampa i motivi della sua scelta. E non solo. Le sue parole sono riprede da Le Parisien.

PIACERE – Leggere il nome di Thuram fra i convocati fa un certo effetto: “Seguo Marcus da diverso tempo. Aveva già mostrato qualcosa di importante con il Guingamp, ma in Germania, in un campionato di livello superiore, si è confermato. Può esserci molto utile. Ha forza fisica, potenza e senso del gol. Certo, ha anche altre particolarità, come essere figlio di Lilian, ma il merito di questa convocazione è tutta di Marcus. Credo abbia ancora grandi margini di miglioramento”.

TUCHEL – Nella rosa dei 26 convocati c’è anche qualche… spina. Tuchel non ha preso benissimo la convocazione del suo calciatore. Deschamps chiarisce.  “Non giocherà la prima amichevole. Parlo spesso con il giocatore, che per me è l’interlocutore pìù importante. Se l’ho convocato, è perché, confrontandomi anche con i medici, è in grado di giocare. Non ho mai corso rischi, con nessuno dei miei giocatori. Capisco la posizione degli allenatori, ma non c’è motivo di entrare in conflitto. Non sono contro Tuchel, né contro nessuno. Abbiamo tutti lo stesso interesse: fare risultato. Gestiremo Mbappè nella massima serenità”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy