Deschamps dribbla persino… Zidane: “Parla bene di Benzema perchè è il suo allenatore…”

Neanche una parola buona di Zidane riesce a riavvicinare Benzema alla nazionale. Anzi, il commissario tecnico dribbla anche l’ex compagno…

di Redazione Il Posticipo

Benzema e Deschamps: non c’è verso. Neanche se a “ricucire” ci prova uno come Zinedine Zidane. Il tecnico del Real Madrid, come riportato da Mundo Deportivo, aveva speso parole importanti a favore del ritorno del suo attaccante in nazionale. Ma evidentemente non sono bastate a convincere il commissario tecnico Campione del Mondo.

TENTATIVO – Il tecnico del Real Madrid ci ha provato. “Calcisticamente parlando, Benzema è il migliore. So che è molto legato alla Nazionale. E ci vorrebbe sempre giocare. Non so però cosa sia successo, non ho il controllo di quello che succede lontano da qui”. Molto semplice. Comanda Deschamps, che in conferenza stampa non ha raccolto minimamente l’invito dell’ex compagno di squadra e di nazionale. E la risposta non si è fatta attendere. Il CT ha spiegato le proprie scelte, senza risparmiare un nuovo attacco all’attaccante del Real Madrid. “Ognuno ha le proprie idee. Zidane ha parlato molto bene di Benzema e non vedo cosa ci sia di sorprendente. Credo sia il suo ruolo: è il suo allenatore e deve parlare così”. Dunque la “sponsorizzazione” è caduta nel vuoto.

GIROUD – Nella conferenza stampa, riportata dall’Equipe, Deschamps ha tagliato corto e preferito altri argomenti. La sua scelta è fatta ed è Giroud. Il calciatore più convocato della sua gestione. “Basta guardare cosa ha fatto sul campo per noi. Cercatevi il suo rapporto fra partite giocate e gol realizzati. Olivier si è sempre comportato al meglio per ripagare tutta la fiducia che ho riposto in lui dal 2012”. La Francia, fra l’altro, deve ancora qualificarsi. “Storicamente, le qualificazioni non sono mai state semplici. Non possiamo dire che sia complicato raggiungere l’obiettivo, ma abbiamo preso solo uno su sei punti contro la Turchia. Avremmo potuto fare di meglio. La cosa più importante per noi è raggiungere l’obiettivo. Anche se chiudere al vertice nel nostro girone, non significherebbe essere più o meno avvantaggiati. Nella fase finale ci sono altri aspetti che entrano in gioco”. Sicuramente non Benzema…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy