Deschamps apre a Rabiot, chiude su Matuidi e punge il Barça: “Messi e Griezmann sono compatibili”

Deschamps apre a Rabiot, chiude su Matuidi e punge il Barça: “Messi e Griezmann sono compatibili”

Il tecnico della nazionale francese motiva le sue scelte e spiega le sue idee

di Redazione Il Posticipo

Deschamps non si risparmia. Il tecnico della nazionale francese motiva le sue scelte e spiega le sue idee al riguardo in conferenza stampa. Le sue parole sono riportate da France Football.

SCELTE – Il commissario tecnico motiva le sue scelte. “Rabiot ha ritrovato un ottimo livello con la sua società. Non prendo mai decisioni radicali, ho deciso di convocarlo. Di solito non avviso i giocatori su una possibile chiamata”. Diverso il discorso su Benzema. “Me lo aspettavo, altra domanda”. Chiusura anche su Matuidi. “Ho discusso con Blaise, la sua scelta complica il suo futuro in nazionale. Ciò non significa che non tornerà”. In orbita Juve c’è anche Aouar. “Ha trovato continuità di rendimento, migliorando molto anche da un punto di vista tecnico”.

ABBONDANZA – Le scelte non sono facili, c’è abbondanza.  Ci sono anche altri giovani in rampa di lancio. Come Upamecano: ” È atletico, veloce, bravo nei duelli, ma non deve perdere concentrazione. Dopo averlo visto in Champions  ho sentito che era il momento giusto per chiamarlo. Anche Camavinga è pronto, altrimenti non sarebbe qui. La situazione di Pogba (positivo al Covid) ha anticipato i tempi ma sarebbe stato convocato ugualmente. Ha un potenziale che lo porterà a far parte di questa squadra in pianta stabile”.

STOCCATE – Non mancano anche le stoccate. Al calendario e alle scelte di alcuni allenatori. “Mbappé è portato ad essere criticato più degli altri, ma è impossibile giocare due partite di alto livello pochi giorni dopo l’infortunio. C’è un calendario, è sempre più problematico.La parola chiave è sempre stata adattamento. Ciò che è con Pogba ne è la prova, cercheremo di minimizzare i rischi”. Spazio anche per Griezmann. “Antoine era felice di giocare con Messi la partenza dell’argentino non mi riguarda. Non erano incompatibili. Ha avuto una stagione un po ‘complicata, ciò non gli ha impedito di essere decisivo, anche se non come all’Atlético, dove la squadra era fatta per lui “.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy