Desailly boccia il “vecchio” Wenger: “Ha 70 anni, non può più andare in prima linea”. Ma la storia del Bayern dice che…

Desailly boccia il “vecchio” Wenger: “Ha 70 anni, non può più andare in prima linea”. Ma la storia del Bayern dice che…

L’ex calciatore del Milan ha detto la sua sulla possibilità che il francese possa guidare, almeno fino alla fine della stagione, il Bayern. E ha spiegato senza mezzi termini che Wenger…è troppo vecchio per allenare. Un concetto che dalle parti dell’Allianz però è facilmente smentibile…

di Redazione Il Posticipo
wenger

Arsene Wenger vuole ancora una possibilità su una panchina. Dopo 22 anni alla guida dell’Arsenal, il francese sta vivendo il suo primo periodo lontano dai campi. Ma, a differenza dei colleghi che si godono la lontananza dal campo da gioco, il transalpino ha ammesso che non riesce a stare…senza nulla da fare. E anche per questo il suo nome continua a spuntare fuori quando qualche collega importante rischia il posto. Ora la panchina vacante, a meno di una conferma di Flick, è quella del Bayern Monaco e naturalmente tra i candidati c’è Wenger. Che però a 70 primavere potrebbe avere fatto il suo tempo.

70 ANNI – Questa, almeno, l’opinione di Marcel Desailly. L’ex calciatore del Milan, ora opinionista per beIN Sports, ha detto la sua sulla possibilità che il francese possa guidare, almeno fino alla fine della stagione, il Bayern. E ha spiegato senza mezzi termini che Wenger…è troppo vecchio per allenare. Non tanto per gestire un club, quello il buon Arsene può tranquillamente farlo. Ma lo stress del lavoro giornaliero sul campo potrebbe non essere il massimo per l’ex allenatore dell’Arsenal. “No, non dovrebbe andare in panchina. Non fa più per lui. Ha una grande possibilità, quella di ristrutturare il club, di costruire una nuova filosofia per la prima squadra e per le giovanili. Ma in prima linea non ce lo vedo più. Ha settant’anni…”.

PRECEDENTE – Giudizio abbastanza lapidario quello di Desailly, che boccia l’opzione Wenger per i bavaresi. Non la pensano così in Germania, con la Bild che titola “Wenger avrebbe senso” e che parla di un incontro nel weekend per affidargli la panchina. Del resto, da quelle parti, di allenatori avanti con gli anni hanno un ottimo ricordo. Due anni fa, dopo l’addio di Ancelotti, a salvare la stagione è tornato il sempreverde Herr Jupp Heynckes, che con la carta di identità che segnava 72 ha vinto l’ennesima Bundesliga. E non si può certo dimenticare che il Triplete bavarese è stato firmato dallo stesso tecnico quando di anni ne aveva 68. Gallina vecchia, dunque, può fare ottimo brodo. Soprattutto a Monaco di Baviera, dove sembrano saperlo cucinare molto bene…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy