Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Depay, un altro leone sulle spalle. E questa volta non è tautato…

L'estroso attaccante del Lione in compagnia di un cucciolo di Ligre. Quanto basta per scatenare i social.

Redazione Il Posticipo

Un giocatore del Lione, con un leone sulle spalle. Depay, come noto, ha un tatuaggio che raffigura il felino sulle sue spalle. Questa volta, però, il Re della Foresta è, nel senso pieno del termine, sulle spalle dell'attaccante che sta trascorrendo la quarantena in insolita compagnia.

LIGRE - Come pubblicato sul proprio profilo Instagram, il leone, un cucciolo è assolutamente vero.A dirla tutta, non è esattamente un leone. Piuttosto è un cucciolo di ligre, incrocio, appunto, fra leone e tigre. L' amico a quattro zampe di Depay che è stato ribattezzato ovviamente Memphis, sembra assolutamente a suo agio in compagnia dell'attaccante che sta recuperando dal suo infortunio.

GIUNGLA - Stupisce, chi si stupisce. Depay si è tatuato un leone non solo perché rivede in esso il proprio spirito, ma anche perché ha trascorso la propria infanzia a stretto contatto con i felini: ""Io sono cresciuto in una giungla. Sono un leone e sono sempre rimasto in piedi". Riferimento non affatto casuale a una vita non esattamente semplice. L'attaccante del Lione ha raccontato nella sua autobiografia intitolata, appunto,  "Cuor di Leone" (si Freud avrebbe qualcosa da dire...), una adolescenza piuttosto complicata. Dall'abbandono del padre allo spaccio di marijuana per sbarcare il lunario. Insomma, il calcio lo ha salvato da una vita difficile.

POLEMICHE  - Il ragazzo, però, tende evidentemente a complicarsela, la vita. Complici alcune scelte discutibili. E sotto la frase "Memphis X Memphis" sono piovuti una serie di insulti da parte di animalisti e non. Del resto, prima o poi il piccolo ligre crescerà e diverrà piuttosto complicato tenerlo in casa e occuparsene... ma Depay che ci è cresciuto ne sarà consapevole.