Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Depay supera Sneijder e raggiunge Cruijff. “Loro sono leggende, io sono stato negligente”

FARO, PORTUGAL - JUNE 02: Memphis Depay of Netherlands celebrates after scoring their side's second goal during the international friendly match between Netherlands and Scotland at Estadio Algarve on June 02, 2021 in Faro, Portugal. (Photo by Fran Santiago/Getty Images)

Tripletta dell'attaccante del Barcellona che scrive una pagina storia della storia della nazionale olandese.

Redazione Il Posticipo

Effetto Van Gaal. Dopo poco più di una settimana, il tecnico ha restituito gioco, gol e divertimento all'Olanda in versione "arancia meccanica" contro la Turchia. Risultato tennistico. Il 6-1 ha ribaltato il 4-2 subito all'andata, restituito ai Paesi Bassi il primo posto nel Gruppo G. Dopo una serata indimenticabile, la qualificazione nuovamente in mano.

DEPAY - Protagonista assoluto, Memphis Depay. Con la sua tripletta ha scritto una pagina di storia. L'attaccante ha siglato la sua prima tripletta contro la Turchia, che gli permette di scalare la lista dei capocannonieri della nazionale olandese. Prima della sfida, l'attaccante del Barcellona era fuori dalla top ten, dopo sedici minuti si è piazzato accanto a Sneijder con il suo 31esimo gol. Il 32esoimo e il 33esimo gli hanno permesso di raggiungere Johan Cruijff e mettere nel mirino Ruud van Nistelrooy e Faas Wilkes sono a 35 gol.

FARO, PORTUGAL - JUNE 02: Memphis Depay of Netherlands celebrates after scoring their side's second goal during the international friendly match between Netherlands and Scotland at Estadio Algarve on June 02, 2021 in Faro, Portugal. (Photo by Fran Santiago/Getty Images)

INSODDISFATTO - Il ragazzo non è completamente soddisfatto. Le sue parole sono riprese da VI.nl: "Tutti potrebbero pensare che io sia felice ma non è così. Ovviamente siamo soddisfatti perché questo è un grande risultato accompagnato da tantissime reti. Tuttavia siamo stati spesso negligenti, me compreso. Ho sprecato i primi tre palloni. E questo non mi piace. Lavoro sempre per migliorare e non voglio più vedere una squadra che abbia un atteggiamento superficiale. Tutti dobbiamo alzare il livello, a partire dal sottoscritto".

NIENTE PARAGONI - Il centravanti ha poi rifiutato ogni tipo di paragone. "Non posso essere paragonato a Cruijff e Sneijder. Sono due calciatori che hanno scritto la storia della nazionale, due leggende. Grazie a loro l'Olanda è riconoscibile sulle cartine geografiche. Io sono un altro tipo di giocatore, mi rendo pericoloso e sono un finalizzatore. Per me è fantastico continuare a segnare e permettere alla squadra di vincere. Voglio continuare. Il mio obiettivo è raggiungere i migliori attaccanti della storia". Lontano, ma non irraggiungibile: al terzo posto c'è Bergkamp, con 37 reti. Al secondo Huntelaar con 42 mentre in testac'è Van Persie con 50. A questi ritmi, il podio è davvero alla portata.